Bonus mobili: inclusa anche la lavasciuga classe A? Ecco la risposta dell’Entrate

-
16/08/2019

Bonus Mobili: l’agenzia dell’Entrata dell’Entrate ha chiarito con la risposta n° 245/2019 a quali elettrodomestici vanno applicate le detrazioni

Bonus mobili: inclusa anche la lavasciuga classe A? Ecco la risposta dell’Entrate

Bonus mobili è previsto anche per elettrodomestici come l’acquisto della lavasciuga di classe A. L’agenzia dell’entrate ha chiarito sulle detrazioni al 50% fino a 10mila euro. La risposta n. 245/2019 ad una domanda di un contribuente su come andasse applicato il cosiddetto Bonus mobili e grandi elettrodomestici, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’agevolazione spetta, non solo per acquisti di mobili ma anche di grandi elettrodomestici, tra cui anche per l’acquisto di lavasciuga di classe energetica A.

Bonus Mobili: elettrodomestici agevolabili

Poiché nell’elenco degli apparecchi per cui si può chiedere l’agevolazione, riportato nella guida fiscale dell’Agenzia dell’Entrate, la lavasciuga non è esplicitamente indicata, è nato il dubbio che per questo tipo di elettrodomestico non si potesse richiedere tali agevolazioni.

Per le lavasciuga la massima classe energetica è la A (cfr. Direttiva 96/60/CE) come per i forni. Invece la normativa richiede che i grandi elettrodomestici siano  di una classe non inferiore ad A+, e anche per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

L’acquisto di elettrodomestici privi di etichetta energetica rientra nell’agevolazione solo per quelli in cui per quella tipologia non è ancora prevista l’obbligo di etichetta energetica.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Bonus Mobili ed Elettrodomestici 2019: le novità ultime dall’Agenzia dell’Entrate

Bonus mobili: anche per la lavasciuga biancheria

Quindi l’Agenzia dell’Entrate hanno confermato ciò che il contribuente aveva interpretato, cioè che le detrazioni previste sono applicabili anche per una lavasciuga in casse energetica A. Tale elettrodomestico fa parte della famiglia delle sia delle lavatrici che delle asciugatrici, quindi è definito un “grande elettrodomestico”.

Quindi si è dedotto che con anche l’acquisto della lavasciuga in classe A è godibile la detrazione fiscale prevista nella misura del 50% per l’acquisto di arredi e grandi elettrodomestici, fino ad un importo non superiore a 10.000 euro.

Il Bonus Mobili può essere richiesti dai contribuenti che beneficiano della detrazione prevista dall’art. 16-bis del TUIR, per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio.

L’Agenzia dell’Entrate nel dare la risposta all’interpello del contribuente, ha inoltre chiarito che l’elenco delle apparecchiature elettriche ed elettroniche che fanno parte dei “grandi elettrodomestici” di cui all’Allegato II del D.Lgs. n. 49 del 2014, deve essere considerato esemplificativo e non esaustivo.

Bonus zanzariere 2019, la detrazione dal 65% al 50%, ecco come funziona