Bonus sociale ultima data per fare domanda il 31 luglio per sconto in bollette

-
07/07/2020

Bonus sociale, ultima data per il beneficio entro il 31 luglio 2020: ecco i beneficiare e come ottenere lo sconto in bollette acqua, luce e gas.

Bonus sociale ultima data per fare domanda il 31 luglio per sconto in bollette

Bonus sociale entro il 31 luglio ultima data per fare domanda e rinnovare lo sconto in bollette, la domanda senza Covid doveva essere trasmessa tra il 31 marzo e il 31 maggio 2020, prorogata la scadenza per coronavirus al 31 luglio 2020. 

Bonus sociale con scontro bollette: luce, acqua e gas

Si tratta dell’ultima proroga adottata dall’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera) comunicata a fine aprile per il rinnovo delle domande del bonus sociale che prevede lo sconto nelle bollette della luce, gas e acqua per le famiglie in condizioni disagio economico e per i nuclei familiari numerosi. Quindi, non ci saranno più proroghe per le domande di rinnovo, l’ultima data utile per inviare la domanda è il 31 luglio. 

Bonus vacanza a rischio flop: per ora lo accetta solo il 46% delle strutture

Chi può chiedere il bonus sociale 

Dal prossimo gennaio 2021 il bonus sociale diventerà automatico, come prevede il decreto fiscale, l’iter per la richiesta e per il rinnovo del beneficio non subirà cambiamenti. Non tutti possono accedere il bonus sociale con sconto in bollette di luce, acqua e gas, bisogna rientrare nelle seguenti categorie:

Isee non superiore a euro 8.265 o con almeno quattro figli a carico fiscalmente e indicatore Isee non superiore a ventimila euro: oppure nucleo familiare con reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza, e ancora nei casi di grave patologie che prevedono l’assistenza con apparecchiature elettromedicali indispensabili per la vita.

I soggetti che percepiscono il reddito di cittadinanza hanno diritto al bonus sociale con lo sconto in bollette luce e  gas, anche con indicatore Isee superiore a euro 8.265. Per lo sconto nella bolletta dell’acqua l’indicatore Isee deve sempre rientrare nella soglia di euro 8.265.


Leggi anche: Pensione di reversibilità e convivenza: indispensabile l’unione civile

Bonus Inps per le famiglie fino a 2.000 euro: quali sono i requisiti e come chiederli

Come fare domanda

Per richiedere il bonus sociale, bisogna presentare domanda presso il Comune di appartenenza o se previsto, un altro designato al Comune, utilizzando appositi moduli. Tutti i soggetti anche i possessori di reddito di cittadinanza devono fare la domanda con le stesse modalità degli altri soggetti. 

Al modulo dev’essere allegato un documento di riconoscimento, l’attestazione Isee in corso di validità. I soggetti titolari di reddito o pensione di cittadinanza dovranno indicare anche il numero di protocollo o attestazione che attesti la titolarità del beneficio.