Bonus strumenti musicali 2018: fino a 2.500 euro, le novità dell’Agenzia delle Entrate

Cari studenti iscritti ai corsi musicali anche quest’anno avrete la possibilità di acquistare un nuovo strumento utilizzando il bonus strumenti musicali 2018.

Arriva il bonus strumenti musicali 2018 diretto agli studenti iscritti ai corsi musicali. Anche per quest’anno l’Agenzia delle Entrate ha emanato una misura ideata per i giovani studenti inseriti nei corsi musicali. I quali, potranno scegliere su una grande gamma di strumenti, disposti nell’elenco aggiornato al 19 marzo e acquistare un nuovo strumento musicale avvalendosi di tutte le agevolazioni previste dall’Ente. 

Chi può richiedere il bonus strumenti musicali 2018?

L’Agenzia delle Entrate nel comunicato pubblicato in data 19 marzo 2018, chiarisce che il bonus può essere richiesto da tutti gli studenti iscritti a specifici corsi musicali, che risultino in regola con il versamento delle rispettive tasse e i contributi per l’anno accademico 2017-2018 o 2018-2019.

A chi è diretta la proroga del bonus strumenti musicali?

L’allungamento del bonus per il 2018 interessa gli studenti che rientrano in uno dei seguenti corsi, quali:

  • studenti iscritti ai licei musicali;
  • liceali iscritti ai corsi preaccademici;
  • allievi iscritti ai corsi del precedente ordinamento e corsi di diploma di I e di II livello dei conservatori di musica;
  • studenti iscritti agli istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione musicale e coreutica autorizzate a rilasciare titoli di alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Di cosa tratta il bonus strumenti musicali?

Gli studenti potranno usufruire di una agevolazione diretta all’acquisto di un nuovo strumento musicale. Avendo la possibilità di poter mettere lo sguardo su una vasta scelta di strumenti prevista nell’elenco completo degli istituti musicali, per un importo che non sia maggiore del 65% del prezzo, per una somma che non superi i 2.500 euro.

Sostanzialmente si tratta di una tantum indirizzata all’acquisto di un nuovo strumento musicale, dove il rivenditore effettua uno sconto direttamente sul prezzo di vendita di circa il 65% del prezzo finale, per un importo non superiore a 2.500 euro. Il venditore potrà successivamente essere rimborsato con un credito d’imposta a compensazione.

Come richiedere il credito d’imposta per il bonus strumenti musicali?

Il rivenditore potrà usufruire di un credito d’imposta per lo sconto fatto sul prezzo di vendita,  per una spesa che non superi complessivamente i 10 milioni di euro. La procedura è molto semplice, il rivenditore prima di chiudere la vendita, è tenuto a trasmettere all’Agenzia delle Entrate diversi dati quali:

  • il codice fiscale del rivenditore e dello studente;
  • il codice dell’istituto dove è stato rilasciato il certificato d’iscrizione;
  • la descrizione dello strumento musicale;
  • il prezzo di vendita comprensivo del contributo e dell’imposta sul valore aggiunto.

La trasmissione dei dati potrà essere effettuata dal 26 marzo 2018 attraverso i servizi telematici Entratel o Fisconline. A operazione conclusa il sistema telematico rilascerà apposita relativa alla disponibilità del credito d’imposta.

 

Leggi anche:

Detrazioni Fiscali: “Come Funziona Il Bonus Box E Posti Auto?”. Ecco Tutte Le Novità

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein