Bonus vacanza 2020: novità da 300 a 500 euro tra contanti e detrazioni

-
21/04/2020

Il bonus vacanza potrà essere speso per una villeggiatura in B&b o case vacanza? Come sarà erogato un voucher in contanti o detrazione e di quanto?

Bonus vacanza 2020: novità da 300 a 500 euro tra contanti e detrazioni

Bonus vacanza 2020, attesa la misura nella fase 2, ossia nel prossimo decreto di aprile. Il turismo reclama tra polemiche e indiscrezioni, quel lancio tanto decantato, ma non ancora realmente ottenuto. In più occasioni, vari esponenti del Governo hanno accennato al rilancio del comparto turistico. Si è discusso dell’urgenza d’intervenire attraverso una maggiore offerta in uno dei settori (forse) più sofferenti. La chiusura forzata di località balneari, alberghi e così via, a causa della diffusione del contagio da Covid-19, potrebbe quantificarsi secondo Confturismo in una perdita di circa 120 miliardi per l’anno in corso. Barcolla tra mille difficoltà il destino della possibile riapertura della stagione estiva.

Premiato il turismo sostenibile con un bonus vacanza per l’Italia

Il sogno condiviso di tanti italiani sarà quello di trascorrere le vacanze estive in piena libertà? Il mare resta ancor un tabù. Le previsioni vertono su spiagge rigorosamente a numero chiuso, ombrelloni posizionati a distanza di sicurezza e così via.

Il rilancio del turismo dovrebbe partire attraverso l’erogazione di un voucher vacanza in contanti, per le vacanze italiane o potrebbe trattarsi di una detrazione variabile in base ai componenti del nucleo familiare e in virtù alle fasce reddituali. Destinato alla copertura di un “soggiorno” di circa 3 notti. Ancora poco definita la questione del “soggiorno”. Non è ancora chiaro se potrà essere utilizzato per hotel, affittacamere, B&b e così via.


Leggi anche: Pensioni anticipate e Legge di bilancio 2021: si punta al contratto di espansione oltre ad APE sociale e Opzione Donna

Voucher in contanti o detrazioni fiscale?

Per il momento Lorenza Bonaccorsi, sottosegretario di Stato del Ministero per i beni e le attività culturali, ha preannunciato l’introduzione di un buono vacanze destinato alle famiglie. Una misura che potrebbe contenere una somma liquida del valore di 300 euro destinata alla copertura della spesa di alberghi o strutture turistiche italiane. Al vaglio anche l’ipotesi di concedere uno sconto fiscale pari a 500 euro. I contribuenti potrebbero portare in detrazione le spese sostenute delle vacanze italiane nella dichiarazione dei redditi 2021. Precisiamo che manca il decreto ufficiale con la specifica dei criteri di attuazione del bonus vacanza.

La fase 2 per risollevare l’economia nazionale

Il Governo con la fase 2, punta a risollevare le sorti del Paese unito, cercando di non penalizzare nessuno comparto. Il lockdown ha impattato pesantemente sull’economia nazionale e locale. In tutti i settori sono stati registrate ingenti perdite. Ripartire con dignità, promuovendo lo sviluppo di un turismo sostenibile, incrementando le forze del Paese dall’interno, non è solo un dovere, ma un coraggioso atto di responsabilità.