Bonus zanzariere 2018: ecco come ottenerlo e tutte le novità

Il bonus zanzariere 2018 è previsto nelle detrazioni fiscali per gli interventi di miglioramento energetico, prorogato fino al 31 dicembre 2018, come previsto dall’ultima legge di bilancio n° 205/2017.

Quest’anno ci sono delle novità al riguardo, per poter usufruire del bonus zanzariere, queste devono anche fungere da schermatura solare e rispettare i requisiti di trasmittanza termica U.

L’agevolazione è una detrazione dall’Irpef o dall’Ires e viene concessa quando si effettuano interventi che aumentano il livello di efficienza energetica e a minimizzare le emissioni di Co2 degli edifici esistenti.

Da quest’anno, quindi dal 1 gennaio 2018, la detrazione per le zanzariere è stata ridotta dal 65% al 50% per un massimo di 60.000 euro per unità immobiliare.

Bonus zanzariere 2018 come si ottiene

Per ottenere l’agevolazione, le zanzariere che vengono istallate devono avere i seguenti requisiti:

  1. Marcature Ce;
  2. Valore Gtot cert
    ificato non superiore a 0,35.

Quest’ultimo valore dipende dal materiale/tessuto utilizzato per la realizzazione della zanzariera, questo valore dà la misura di quanto è forte la schermatura della zanzariera. Quindi la zanzariera deve avere un doppio utilizzo, oltre a proteggerci dagli insetti deve filtrale anche i raggi solari.

Un’altra precisazione da fare è: L’ENEA nel suo Vademecum ha precisato che per ottenere l’agevolazione i sistemi di schermature devono essere solidale con l’involucro edilizio e non montabili e smontabili dall’utente.

bonus zanzariere

Le spese detraibili, oltre al costo materiale dell’acquisto delle zanzariere, sono:

  • Fornitura e posa in opera di sistemi di schermatura solare e/o chiusure tecniche oscuranti;
  • Smontaggio e dismissione di eventuali analoghi sistemi preesistenti;
  • Opere provvisionali e accessorie;
  • Spese per le prestazioni professionali necessarie alla realizzazione degli interventi nonché della documentazione tecnica necessaria.

Come ottenere il Bonus e i documenti da conservare

Per ottenere il Bonus zanzariere bisogna eseguire il pagamento della spesa tramite moneta tracciabile, cioè bonifico bancario o postale. Trasmettere all’ENEA la “Scheda descrittiva dell’Intervento” tramite il sito web entro i 90 giorni successivi alla fine dei lavori e dopo il collaudo delle opere.

I documenti da conservare sono di tipo tecnico e amministrativo.

I documenti tecnici sono:

  • La scheda compilata dal fornitore che certifichi il rispetto dei requisiti tecnici;
  • Certificato redatto da un tecnico abilitato che attesti la rispondenza dei requisiti tecnici richiesti;
  • Scheda Tecnica dei componenti.

I documenti amministrativi sono:

  • Fatture relative alle spese sostenute;
  • Ricevuta del bonifico bancario o postale, dove deve essere chiara la causale in cui si deve indicare l’esplicita detrazione, il numero fattura e il codice fiscale del beneficiario;
  • Ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (CPID) che garantisce che la documentazione è stata trasmessa.

Inoltre INEA consiglia di conservare tale documentazione per tutto la durata della liquidazione degli sgravi.

Detrazioni abbonamenti trasporto, dietologo, interventi chirurgici, studenti DSA, bonus verde nel 730 2018: ecco come fare

Agevolazioni sulle ristrutturazioni edilizie, tutte le novità 2018 (guida)

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.