Brexit: Theresa May indica lo stop ai cittadini europei in cerca di lavoro

-
16/07/2018

Brexit: Theresa May ha illustrato alcuni punti del piano: vediamo quali

Brexit: Theresa May indica lo stop ai cittadini europei in cerca di lavoro

Theresa May ha illustrato al suo governo il piano di quali rapporti avrà in futuro Londra con Bruxelles, dopo la Brexit, in parlamento. È stato indicato la fine della libertà di movimento, la libertà di firmare i propri accordi commerciali e la fine della giurisdizione della Corte europea sul Regno Unito.

Quali sono le conseguenze

Questo piano ha portato, prima di tutto alle dimissioni del ministro per la Brexit, David Davis e di Boris Johnson, sostenitori di una “Hard” Brexit, che ha provocato il malcontento tra i falchi del partito conservatore della premier.

Analizziamo i punti del piano:

  • Gli Europei non potranno più entrare nel Regno unito per cercare eventualmente lavoro, la May precisa che saranno accolti, professionisti che saranno in grado di sostenere l’economia del paese. I confini del paese saranno controllati, per la prima volta dopo 10 anni, quindi la conseguenza sarà la fine della libertà di movimento;
  • L’economia del paese sarà completamente indipendente. E’ stato pubblicato il cosiddetto Libro bianco, in cui sono indicati i futuri rapporti commerciali che il Regno Unito avrà con l’Europa. Il regno Unito avrà la possibilità di decidere le tariffe e concludere accordi commerciali con chiunque riterrà opportuno;
  • Il Regno Unito uscirà dal controllo della giurisdizione della Corte di giustizia dell’Unione europea. Nel momento in cui il Regno Unito si impegnerà a seguire delle regole imposte dall’Unione Europea, come ad esempio sull’emissioni di gas nocivi e sicurezza alimentare, il Parlamento Britannico dovrà concordare queste regole.

È previsto anche la creazione di un consiglio ministeriale bilaterale, che consiste in un organismo arbitrale per risolvere le dispute su intese commerciali e politiche.

Brexit

Il pensiero di Theresa May

Theresa May ha dichiarato: “Per me è chiaro che questo è l’accordo giusto sulla Brexit per il Regno Unito, sebbene ci siano, naturalmente, alcune alternative. Solo il nostro accordo sulla Brexit per il Regno Unito rispetta veramente la volontà del popolo britannico. E, in qualità di premier, questa è la Brexit che intendo ottenere”.

Brexit: gli studenti stranieri sono ricchezza