Buoni fruttiferi postali 2019: ecco una buona opportunità investendo solo 1.000 euro

Buoni fruttiferi postali 2019: ecco quelli che rendono di più anche con un minimo di investimento

I buoni fruttiferi sono gli strumenti di investimento più diffusi tra i risparmiatori italiani, ciò perché è possibile investire anche delle cifre modiche. I buoni fruttiferi hanno diverse caratteristiche che il risparmiatore può scegliere in base alle proprie esigenze. Infatti i buoni possono essere emessi in forma cartaceo o dematerializzata, hanno diversi rendimento in base alla loro durata, il tasso d’interesse può essere fisso, fisso crescente o fisso con quota variabile.

Buoni fruttiferi postali 2019: sono investimenti a basso rischio, perché?

I buoni fruttiferi postali sono definiti “strumento di risparmio semplice” questo perché anche solo con un minimo di investimento si può ottenere un rendimento considerevole.

Una caratteristica unica dei buoni fruttiferi è che sono garantiti dallo Stato, ciò significa che il risparmiatore non rischia il suo capitale investito, ma gli verrà sempre restituito integro.

Non hanno alcun costo di sottoscrizione, godono di agevolazioni fiscali, gli interessi sono soggetti a tassazione agevolata nella misura del 12,50% e sono esenti da imposta di successione. Una delle caratteristiche più importanti è la possibilità di disinvestire il capitale in qualsiasi momento e recuperarlo integralmente.

Tutte queste caratteristiche rendono i buoni fruttiferi uno degli strumenti di risparmio preferiti dagli italiani.

Buoni fruttiferi postali 2019: una carrellata di quelli più convenienti

Poste Italiane per il 2019 ha rinnovato alcune tipologie di buoni fruttiferi. Per capire quanto possono rendere i buoni bisogna verificare in quale tipologia si vuole investire.

Buoni Fruttiferi postali

Poste Italiane propone i buoni ordinari, questi hanno una durata massima di 20 anni, ed è dedicato a chi vuole investire nel lungo termine i propri risparmi.

I buoni ordinari rendono al 20esimo anno l’1,50%. Si parte con un tasso nominale lordo annuo dello 0,05% dal primo al quinto anno, poi si passa allo 0,12% al sesto anno, si arriva allo 0,32% nel decimo e allo 0,53% nel 15esimo.

Il risparmiatore investendo in questa tipologia di buono, un importo di 1.000 euro in data odierna, allo scadere del buono, riscuoterà la somma investita di 1.000 euro più gli interessi lordi maturati di 559,88 euro.  Su questi si dovrà versare la ritenuta fiscale di 69,98 euro (il 12,50% degli interessi). In conclusione il risparmiatore riscuoterà la somma di 1.489,90 euro.

Buoni fruttiferi 3×4

Interessanti sono anche i buoni fruttiferi 3×4 che hanno una rendita fissa crescente, gli interessi vengono riconosciuti ogni triennio fino al 12esimo anno. Il rendimento, è dell’1,75% al 12esimo anno, mentre al terzo anno è dello 0,35%, dello 0,75% alla fine del sesto anno e dell’1,25% alla fine del 9° anno.

In questo caso il risparmiatore che decide di investire 1.000 euro, alla fine del 12esimo anno percepirà la somma di 1.267,79 euro.

Gli interessi lordi maturati saranno di 306,05 euro, che al netto della ritenuta fiscale del 12,50% saranno di 267,80 euro.

Per i risparmiatori che vogliono investire in modo sicuro a breve termine, consigliamo i buoni 3×2, che hanno una durata di 6 anni.

Anche il loro rendimento è interessante, considerando la breve durata. Il tasso nominale lordo alla fine del 3° anno è dello 0,35% mentre alla fine del 6° anno è dello 0,90%.

Il risparmiatore che decide di investire in questo buono a breve termine la somma di 1.000 euro, allo scadere del 6° anno riscuoterà l’importo investito più l’interessi al netto della ritenuta fiscale di 67,71 euro, per un totale di 1.067,71 euro.

Buoni Fruttiferi postali 2019: 3 Anni Plus e il loro rendimento

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.