Buoni fruttiferi postali: addio ai 170° CDP, intatti i prodotti Fedeltà

-
21/01/2020

I prodotti postali bfp 170° CDP – Premium non saranno più immessi tra le operazioni finanziarie per la sottoscrizione, permangono i buoni Fedeltà.

Buoni fruttiferi postali: addio ai 170° CDP, intatti i prodotti Fedeltà

buoni fruttiferi postali fanno parte della voce di risparmio postale riservata ai clienti, che decidono d’investire nuovi capitali o reinvestire, nei prodotti immessi nel mercato finanziario da Poste Italiane. Si tratta di prodotti assicurati dallo Stato italiano, la cui collocazione finanziaria è supportata da una fiscalità agevolata che prevede un’imposizione fiscale pari al 12,50%. Inoltre, i clienti che sottoscrivono i buoni fruttiferi postali non devono pagare alcun costo dovuto per la gestione, sottoscrizione, restano da versare solo gli oneri fiscali. Ma, nonostante i prodotti finanziari postali sono da sempre fonte d’investimento, Poste Italiane fa un cambio di rotta e preclude ai clienti l’accesso alla sottoscrizione dei buoni fruttiferi postali 170° CDP – Premium, lasciando l’ingresso solo ai buoni fruttiferi postali 170°CDP – Fedeltà.

Buoni postali 170° CDP – Premium: Poste Italiane ha bloccato l’emissione

I buoni fruttiferi postali 170° CDP – Premium consentivano l’accesso a un prodotto di medio termine con una durata di 4 anni. La sottoscrizione dei prodotto bfp, veniva utilizzata in modo particolare dai clienti che gestivano una rigorosa fluidità di denaro, da immettere nel mercato finanziario. Ai clienti che apportavano nuove riserve di capitali venivano attribuiti interessi alla data di scadenza.

Dall’ultimo inventario storico relativo ai tassi adottati per i buoni fruttiferi postali corrispondenti ai prodotti sottoscritti dal 18 novembre 2019, si evince che tali bfp sono stati emessi fino al 13 gennaio 2020 al numero progressivo TF304A191118, con un tasso lordo di profitto normale dell’1% da corrispondere alla scadenza. Gli interessi venivano tassati attraverso una ritenuta fiscale del 12,50% da erogarsi alla scadenza del prodotto. Nel caso di ritirato anticipato del buono, ossia riscosso prima della scadenza naturale, al cliente spettava solo la parte corrispondente al capitale investito.


Leggi anche: Bonus prima casa under 36: Isee, requisiti, scadenza e agevolazioni fiscali

Buono 170° CDP – Fedeltà: Poste Italiane premia i risparmiatori

Riservato ai clienti che desiderano ricollocare il frutto dei risparmi sottoscrivendo buoni fruttiferi postali 170° CDP-Fedeltà della durata di 4 anni, con un rendimento lordo alla scadenza dell’1% con una ritenuta agevolata calcolata sugli interessi del 12,50%. Si tratta di un prodotto destinato ai clienti che possiedono almeno un altro prodotto bfp scaduto e ripagato dal 1° novembre 2019. Sono esclusi da buono Fedeltà i buoni destinati ai minori. Anche in questo caso se il buono viene ritirato anticipatamente, al cliente spetta il capitale investito. L’esenzione del bollo è prevista solo per i prodotti bfp il cui valore risulti maggiore di 5 mila euro.