Buoni fruttiferi postali serie Q: interessi e ritenuta fiscale, i chiarimenti

-
17/01/2020

Buoni fruttiferi postali serie Q, chiarimenti sugli interessi e la ritenuta fiscale applicata.

Buoni fruttiferi postali serie Q: interessi e ritenuta fiscale, i chiarimenti

Un lettore ci ha inviato copia del buono fruttifero postale per alcuni chiarimenti sull’applicazione della ritenuta, la domanda del lettore:  Questo è il BFP in questione….sul retro sono stampati per ogni bimestre gli interessi senza ritenuta fiscale, quindi come funziona in questo caso? Grazie, attendo risposta in merito. Grazie

Buoni fruttiferi postali serie Q: i chiarimenti

Gentile lettore,

il titolo allegato è stato rilasciato su modulo serie Q e comporterà l’applicazione dei rendimenti ivi previsti sulla tabella stampata a tergo per i primi 20 anni.

Il timbro applicato è superfluo in quanto riporta esattamente gli stessi interessi inseriti in tabella.

Quanto alla ritenuta fiscale, per i primi 20 anni, una disposizione contenuta in un decreto ministeriale del Tesoro del 1997, ha introdotto la capitalizzazione annuale degli interessi al netto della ritenuta fiscale che nel Suo caso è del 12,5%.

La divergenza di calcoli che sovente emerge con il rimborso proposto dall’intermediario, in realtà, riguarda per lo più gli ultimi 10 anni di vita del titolo durante i quali, in genere, Poste usa riconoscere l’interesse semplice del 12% (e non l’importo fisso ivi indicato nel titolo) continuando a capitalizzare annualmente gli interessi al netto della ritenuta fiscale sebbene nessuna disposizione lo preveda.

Cordiali saluti.

Avv. Pierluigi Basile

Studio Legale Basile

via Panebianco, 326 – 87100 Cosenza

via G. Salvemini, 6 – 88900 Crotone

mailt: [email protected]