Busta paga 2020: da 100 euro in più in busta paga fino alle detrazioni IRPEF

-
16/02/2020

Dal 1° luglio 2020 i lavoratori dipendenti riceveranno il bonus Renzi dell’importo di 100 euro, con redditi che rientrano fino a 28 mila. Dopo tale soglia reddituale il bonus si modifica e diventa detrazione.

Busta paga 2020: da 100 euro in più in busta paga fino alle detrazioni IRPEF

La busta paga diventa più corposa nel corso dell’anno per i lavoratori dipendenti che riceveranno una somma pari a 100 euro, grazie all’operatività del taglio del cuneo fiscale, ossia dal 1° luglio 2020. Si tratta, di un progetto che interesserà tantissimi lavoratori dipendenti, investiti dall’intervento che aggiudicherà dei benefici, per quasi 16 milioni di contribuenti che incasseranno un aumento in busta paga. A tanto corrisponde la quantità numerica appartenente alla classe dei lavoratori dipendenti collocati nella fascia reddituale compresa tra gli 8.174 fino ai 40 mila euro.

Busta paga: un bonus Renzi più ricco per i lavoratori

È vero si tratta di un minimo cambiamento, in quanto, i lavoratori percettori di un reddito di 80 euro dal 1° luglio riceveranno un aumento di 20 euro, per cui il bonus complessivamente fino al 31 dicembre si attesterà sui 100 euro. Tuttavia, dal 1° luglio il cambiamento interesserà anche la parte in cui sarà erogato sotto forma di bonus Irpef, ossia distribuito sotto forma di detrazione.

In particolare, per i redditi che rientrano nella soglia dei 28.000 euro il bonus cadrà in busta paga. Oltre tale soglia, ossia per i redditi che rientrano tra 28.001 fino a 35.000 euro, riceveranno una detrazione fiscale della somma corrispondente a 80 euro.

Rientrano nel bonus anche i percettori di reddito collocati nelle fasce tra i 35.001 e 40.000 euro. Infatti, riceveranno una detrazione fiscale che progressivamente scende in ribasso in proporzione all’incremento del reddito, fino a consumarsi del tutto.


Leggi anche: Bonus Natale 2020, in arrivo un cashback da 150 euro: cos’è, come funziona e come ottenerlo

Busta paga: chi ottiene più benefici con l’aumento del bonus Renzi?

In buona sostanza, il bonus Renzi dell’importo di 80 euro viene già elargito a favore della fascia di lavoratori dipendenti che rientrano in una soglia reddituale fino a 26.600 euro. L’aumento vero lo percepiranno i lavoratori il cui reddito rientra nella fascia fino a 24.600 euro, che incasseranno l’aumento di 20 euro, quindi, da 80 euro passerà a 100 euro. Per l’effetto del  taglio del cuneo che si totalizzerà al bonus Renzi.

I lavoratori percettori di un reddito che oscilla tra i 26.600 fino a 28.000 euro riceveranno un incremento in busta paga da 100 euro, a partire dal 1° luglio 2020. In sostanza, riceveranno una somma totale pari a 600 euro nell’anno in corso, e poi riscuoteranno la somma corrispondente a 1.200 euro per l’anno 2021.