Campagna 730 rinviata al 6 aprile: la decisione dei CAF

-
18/03/2020

Avvio della campagna 730 2020 rinviata al 6 aprile dal CAF per far fronte alle misure di contenimento imposte dall’emergenza Coronavirus.

Campagna 730 rinviata al 6 aprile: la decisione dei CAF

L’emergenza coronavirus mette in allarme anche i CAF che decidono di rinviare la campagna per il 730 2020 a partire dal 6 aprile. I Caf CGIL, infatti, evidenziando la situazione di emergenza che sta vivendo l’Italia e per la capillarità della presenza su tutto il territorio nazionale, per un senso di responsabilità hanno deciso di non svolgere le attività per le incombenze legate alla dichiarazione 730 del 2020 fino al 3 aprile, ovvero la data in cui dovrebbero terminare le attuali misure restrittive imposte dai decreti governativi.

L’avvio della campagna per la dichiarazione dei redditi, quindi, dovrebbe avvenire in data 6 aprile 2020, lunedì.

Il Caf, però, sottolinea che la sospensione dell’avvio della campagna non significa la sospensione dele attività sul territorio a favore dei cittadini, attività che saranno svolte, nel rispetto delle restrizioni, con tutti i mezzi di comunicazione disponibili, ma pur sempre nel rispetto delle urgenze indifferibili dei cittadini.

I Caf CGIL fanno presente, inoltre che i siti e i social legati a loro non sono strutturati per rispondere alle richieste dei cittadini (meglio quindi non cercare di comunicare con i vari CAF tramite le pagine dei social network o tramite i siti web) e che proprio  per questo è consigliato procedere al contatto diretto con il CAF di proprio interesse reperendo i contatti dalla pagina web www.cafcgil/pagine/mappa.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Si raccomanda, inoltre di  entrare in contatto con i CAF solo per ottenere risposta a quelle che sono le domande urgenti e indifferibili. Questo, ovviamente, è consigliato anche dal buon senso comune per fare in modo di non intasare i mezzi di comunicazione che gli stessi mettono a disposizione dei cittadini rendendo difficoltoso l’accesso per chi ha davvero bisogno in maniera urgente di un confronto e di una risposta.

Resta inteso che per chi deve provvedere alla compilazione e all’invio del proprio 730 precompilato senza l’ausilio dei CAF, le modalità e le scadenze rimangono invariate.