Canone Rai 2019: chi ha un pc deve pagare?

Canone Rai, una tassa che tutti noi odiamo: ma per chi è in possesso di un pc o tablet, deve pagarla? ecco cosa dice la legge

Cattive notizie: il canone Rai, non smette mai di tartassarci ogni anno. Anche quest’anno, a partire da gennaio 2019, la tassa da pagare sarà la stessa, per i possessori di televisori che l’anno scorso hanno pagato 80 euro. E come gli anni scorsi, l’aliquota da pagare, verrà rateizzata in ben 5 parti uguali da gennaio a ottobre sulla bolletta della luce. Questa misura verrà infatti confermata nella Legge di Bilancio.

Chi è tenuto a pagare il Canone Rai?

C’è ancora molta confusione, anche se si continua a parlarne, dovuto al fatto anche che le leggi nel nostro Paese, purtroppo troppo spesso, vengono scritte in un linguaggio fumoso. Una delle domande più ricorrette riguarda in questo caso pc e tablet. In effetti, chi ne possiede uno si chiede spesso e volentieri se deve pagare ugualmente l’imposta. Ebbene, la risposta è no. In effetti, la legge stabilisce che solo le apparecchiature  provviste di sintonizzatore sono tenute al pagamento dell’imposta.

Leggi anche: Canone Rai la disdetta con raccomandata senza busta, ecco come fare

Con ciò, in teoria, è possibile guardare le trasmissioni Rai, senza dover pagare il Canone sul proprio pc e il proprio tablet.

Chi è essente dal Canone Rai?

Purtroppo nel 2016, il Governo Renzi, ha introdotto la cosiddetta legge ‘’ Presunzione di detenzione’’, che prevede che se si è titolari di un’utenza elettrica, si è per forza in possesso di un apparecchio televisivo.

Ma vediamo ora chi è esente dal Canone Rai. Ad esempio, se si è anziani con più di 75 anni, e con un reddito annuale inferiore agli 8000 euro potrà inviare una dichiarazione sostitutiva di non detenzione, che lo si può trovare sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

Leggi anche: Canone Rai, per le scuole sarà gratis

Purtroppo, questo è l’unico caso in cui si è esenti dall’esenzione dal Canone Rai, per il resto, come previsto, se si è in possesso di pc oppure tablet, si potrà decisamente evitare di pagare questa tassa.

 

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.