Canone Rai 2020: esenzione ultra 75 enni, ampliata soglia di reddito

-
05/12/2019

Chi è esentato, nel 2020, dal pagamento del canone Rai in bolletta dell’Energia elettrica? Scopriamo le novità della Legge di Bilancio.

Canone Rai 2020: esenzione ultra 75 enni, ampliata soglia di reddito

Come ben tutti ormai sappiamo il canone Rai viene pagato sulla bolletta dell’Energia elettrica anche se in alcuni casi gli over 75 hanno la possibilità di avere l’esenzione dal pagamento. Dal 2020, tra al’altro, ci sono importanti novità sulla platea di coloro che sono esentati dal pagamento dal canone.

Esenzione canone Rai 2020

Fino al 2019 gli over 75 esentati dal pagamento erano coloro con reddito annuo che non superava i 6713,98 euro. Nel 2020, invece, tale, reddito potrebbe aumentare a 8mila euro.

La scopo della normativa è quella di allentare il costo per la popolazione con più di 75 anni. Con l’introduzione del pagamento del canone Rai nella bolletta dell’energia elettrica, che ha portato ad arginare l’evasione dell’imposta, i maggiori introiti derivanti hanno portato alla possibilità di esentare dal pagamento una platea più ampia di popolazione.

La Legge di Stabilità 2018 portò all’abolizione del pagamento per coloro che, con 75 anni o più, con reddito proprio e del coniuge non superiore a 516,46 euro per 13 mensilità annui. Nella legge di Stabilità 2019 si annuncia che i maggiori introiti si estenderà, con la legge di Bilancio 2020, la platea dei beneficiari dell’esenzione dal pagamento del canone Rai.

La novità del 2020, quindi, prevede che i soggetti con almeno 75 anni di età con reddito non superiore a 8000 euro non conviventi con altri soggetti titolari di reddito possano essere esentati dal pagamento del Canone Rai.

L’esenzione, ovviamente, non sarà automatica ma vi sarò bisogno di presentare l’autocertificazione dell’Esenzione per reddito. In ogni caso per avere la certezza dell’ampliamento della platea dei beneficia per aumento delle soglia di reddito è necessario attendere la pubblicazione della legge di Bilancio 2020.

Tutti gli altri contribuenti, ad eccezione di chi non detiene un apparecchio televisivo (e deve comunicarlo attraverso specifica autocertificazione) e chi ha già un altro soggetto appartenente al nucleo familiare che paga il canone Rai in bolletta, sono tenuti al pagamento dell’imposta.