Canone Rai: come fare per non pagarlo, i dettagli e il modulo da presentare

-
28/10/2019

Come fare per non pagare il canone Rai se non si detiene in apparecchio TV, tutte le informazioni utili (modulo da scaricare in pdf).

Canone Rai: come fare per non pagarlo, i dettagli e il modulo da presentare

Per chi non possiede una TV il canone Rai sulla bolletta non deve essere pagato. Un lettore ci chiede: Buongiorno. Nel 2017 ho comprato casa e attivato le utenze domestiche, luce e acqua. Mi sono accorta che nelle bollette dell’ENEL non hanno inserito il canone tv. Non ho un televisore, non sto ancora vivendo in quella casa, devo comunque pagare il canone tv e perciò fare un’autodenuncia all’agenzia delle entrate?

Canone Rai che cos’è

Il canone TV è dovuto da chiunque abbia un apparecchio televisivo, bisogna pagarlo una volta all’anno e una solo volta a famiglia, con la condizione che i familiari abbiano la stessa residenza anagrafica nella stessa abitazione. Il pagamento del cannone avviene con l’addebito in bolletta, l’importo totale del canone è di € 90 l’anno.

Dichiarazione di non detenzione

Per evitare problemi, nel caso in cui si è titolari di un’utenza elettrica per uso residenziale e non si possiede una TV,  in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica intestata, allora bisogna presentare una certificazione di non detenzione.

Il modello da presentare (quadro A)  lo può scaricare qui: modello dich sost Canone Rai

Deve essere presentato telematicamente tramite il sito internet con le credenziali Fisconline o Entratel, oppure ci si può rivolgere a intermediari abilitati.


Leggi anche: Fondo imprese in difficoltà: domande in riapertura

Il modulo di non detenzione di un apparecchio TV, deve essere presentata nei seguenti termini:

  • dichiarazione presentata dal 1° febbraio al 30 giugno: esonera dall’obbligo di pagamento per il secondo semestre dello stesso anno;
  • dichiarazione presentata dal 1° luglio al 31 gennaio dell’anno successivo: esonera dall’obbligo del pagamento per l’intero anno;
  • successivo (per esempio, una dichiarazione presentata nel novembre del 2018 avrà effetto per il canone del 2019).

Canone RAI e tassa rifiuti TARI, esenzione e riduzioni, cosa fare per non pagare

Conclusione

Nel caso specifico lei già paga un canone in bolletta nella casa dove abita, quindi non deve pagare un altro canone e non deve presentare niente. È corretto che sulla bolletta elettrica della seconda casa non si stato riportato l’addebito del canone, in quanto è dovuto una sola volta, indipendentemente dagli immobili che uno possiede.