Canone Rai pagato per errore: ecco come richiedere il rimborso

Come procedere per chiedere il rimborso del Canore Rai pagato per errore pur essendo esentati dal pagamento dell’abbonamento TV?

I cittadini over 75 con redditi fino a 8000 euro annui (nel 2018) hanno diritto all’esenzione dal pagamento del canone Rai. Per gli anni precedenti la soglia di reddito da non superare era di 6.713,98 euro annui.

Ebbene, se coloro che avevano diritto all’esenzione si sono visti addebitare per errore il canone Rai e lo hanno pagato è bene sapere che è possibile chiedere il rimborso di quanto pagato indebitamente tramite l’apposito modulo predisposto dall’Agenzia delle Entrate, ovvero lo stesso modulo che può essere utilizzato per chiedere l’esenzione dal pagamento.

Rimborso canone Rai: come fare

Per chi, pur avendo diritto all’esenzione, si è visto addebitare il canone Rai nelle bollette dell’energia elettrica può procedere alla richiesta di rimborso.

Prima di tutto si deve scaricare il modulo sul sito dell’Agenzia delle Entrate, compilare il modulo in tutte le sue parti e, quindi, datarlo e firmarlo.

Il modulo, poi, dovrà essere inviato o per via telematica o per raccomandata, allegando un documento di riconoscimento, all’indirizzo : Agenzia delle Entrate –Direzione Provinciale 1 Torino – Ufficio Territoriale di Torino 1 – Sportello SAT – Casella Postale 22 10121 Torino.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.