Carta d’identità elettronica obbligatoria per tutti entro dicembre 2018

Solo Carte d’Identità elettroniche verranno emesse da fine dicembre 2019 in sostituzione di quelle cartacee. La nuova carta è simile ad una carta di credito in cui è predisposto un microprocessore.

Sul sito del governo si possono rilevare tutte le caratteristiche e l’utilizzo della carta elettronica e le modalità di richiesta del documento.

Carta d’identità elettronica (Cie): cos’è e come funziona

Quindi sul sito del governo (www.cartaidentita.interno.gov.it) rileviamo le seguenti caratteristiche:

  • Ha un supporto in policarbonato personalizzato mediante la tecnica del laser engraving con la foto e i dati del cittadino e ha anche elementi di sicurezza come: ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture, ecc;
  • Ha un microprocessore a radio frequenza che costituisce:
    • Un elemento elettronico per protezione dei dati anagrafici, della foto e delle impronte del titolare da contraffazione;
    • uno strumento che consente l’autenticazione in rete da parte del cittadino, finalizzata alla fruizione dei servizi erogati dalle PP.AA.;
    • un fattore che abilità l’acquisizione di identità digitali sul Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID);
    • un fattore abilitante per usufruire di ulteriori servizi a valore aggiunto, in Italia e in Europa.

La carta è riporta un numero seriale stampato sul fronte in alto a destra che prende il nome di numero unico nazionale.

La Carta d’identità elettronica riporta tutti i dati anagrafici, il comune emettitore, il codice scale, le impronti digitali, la validità per l’espatrio, la fotografia, i dati fisici come il sesso e l’altezza.

La Carta di identità elettronica è uno strumento di identificazione che consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare, sia sul territorio nazionale che estero, tranne per la verifica delle impronte che è necessario l’autorizzazione da parte del Ministero dell’Interno.

La carta d’identità elettronica, quindi è un documento difficile da contraffare, ciò che non si può dire duel documento cartaceo.

Carta d’identità elettronica:  come si richiede e quanto costa

Sempre dal sito del Governo si può evincere il modo in cui si può richiedere la carta d’identità.

La Cie è possibile richiederla presso il Comune di residenza o di dimora. Bisogna pagare alle casse del comune l’importo di 16. 79 euro più i diritti dissi e di segreteria quanto sono previsti. La ricevuta del pagamento va conservata e esibito al momento del rilascio del documento.

Il documento può essere richiesto in ogni momento e ha diversa scadenza in base alle fasce d’età di appartenenza:

  • per i bambini di età inferiore ai 3 anni la scadenza è dopo 3 anni;
  • per l’età dai 3 anni e i 18 anni la scadenza è di 5 anni;
  • per i maggiorenni la scadenza è di 10 anni.

Il cittadino per richiedere la Cie dovrà presentare al Comune con una fototessera cartacea o elettronico, dello stesso tipo che si utilizza per il passaporto. Inoltre bisogna, per velocizzare la procedura di emissione, presentarsi anche munito del codice fiscale.

Carta identità elettronica: attenzione al Comune per il rilascio occorre prenotazione

 

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.