Casa in vendita a 1 euro: ecco in quali comuni per ripopolarli

Case a 1 euro per ripopolare zone ormai con pochi abitante e per ridare spinta all’economia locale, ecco come funziona il progetto.

L’idea di fondo non è sbagliata: sono piccoli centri urbani avviati allo spopolamento le cui economie locali stanno morendo e per contribuire al ripopolamento e, di conseguenza, per riavviare l’economia locale la soluzione più semplice è sembrata quella di vendere le case a prezzi bassi…talmente bassi da sembrare incredibili.

Dove si può comprare casa a 1 euro?

Sono una quindicina le località in Italia che hanno adottato questa soluzione per negli ultimi decenni si sono spopolate ed hanno adottato questa soluzione per portare nuovi abitanti nei loro centri: vanno dal Piemonte alla Sicilia e sono:

  • Borgomezzavalle – Verbano Cusio Ossola – Piemonte
  • Sambuca – Agrigento – Sicilia
  • Cantiano – Pesaro Urbino – Marche
  • Zungoli – Avellino – Campania
  • Mussomeli – Caltanisetta – Sicilia
  • Patrica – Frosinone – Lazio
  • Fabbriche di Vergemoli – Lucca – Toscana
  • Montieri – Grosseto – Toscana
  • Ollolai – Nuoro – Sardegna
  • Nulvi – Sassari – Sardegna
  • Lecce nei Marsi – Aquila – Abruzzo
  • Gangi – Palermo – Sicilia
  • Regalbuto – Enna – Sicilia
  • Salemi -Trapani – Sicilia

 

Perchè vendere le case a 1 euro?

Non solo per ripopolare i centri e ridare vita all’economia ma per riqualificare intere aeree (alcune anche a rischio crollo). L’acquisto della casa a 1 euro, infatti, impone ad esmpio la verniciature degli esterni della casa, il cambio degli infissi, delle porte e il rifacimento di balconi e terrazzi. Una piccola spesa, in confronto all’esiguità dell’investimento che, però, nell’insieme riqualifica un’aerea che , magari è un pò degradata.

Come si acquista la casa a 1 euro?

I meccanismi variano poichè alcuni comuni le vendono davvero ad un euro mentre altri partono da una base d’asta di 1 euro. In ogni caso a chi acquista vengono imposti requisiti diversi, come il riadattamento dell’abitazione con l’impegno che i lavori devono essere assegnati a maestranze del luogo (spinta all’economia).

Fino ad ora, però, solo 2 immobili sono stati comprati da italiani con l’unico obbligo di terminare i lavori entro 3 anni dall’aquisto e gli immobili disponibili sono ancora 500 spiega il sindaco di uno dei Comuni interessati, Nulvi, in provincia di Sassari.

Per chi fosse interessato il sito istituzionale è Case a 1 euro

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.