Cassa integrazione: contributi accreditati con il file uniemens

-
29/04/2020

Cassa integrazione Covid-19: l’azienda deve trasmettere il file uniemens anche con sospensione a zero ore per la copertura contributiva, le ultime news.

Cassa integrazione: contributi accreditati con il file uniemens

La cassa integrazioni per tutte le aziende anche con un solo dipendente è una misura per combattere la profonda crisi economica che ha colpito l’Italia per la pandemia da coronavirus. Questa misura innovativa prevede un codice ad hoc “Covid-19”, inoltre non prevede oneri a carico dell’azienda. I lavoratori che saranno inseriti nel meccanismo della cassa integrazione nel periodo di sospensione sono coperti da contribuzione figurativa, valida a tutti gli effetti ai fini pensionistici.

Pagamento della CIGO direttamente dall’Inps

 Il pagamento può essere effettuato in due modi: direttamente dall’Inps con accredito in conto corrente in base alle coordinate presentate dal datore di lavoro su informazione del lavoratore, oppure anticipata in busta paga dal datore di lavoro. Secondo le ultime informazioni, dovrebbero arrivare i bonifici con accredito diretto dall’Inps per il periodo di febbraio e marzo 2020. È possibile comunque richiedere l’anticipo presso la propria banca. Anche Poste Italiane si è attivata, ed è possibile chiedere che l’anticipo sia accreditato anche sulla PostePay Evolution.

Cassa integrazione accredito dei contributi figurativi con il file Uniemens

L’Ordine dei consulenti del lavoro ha pubblicato un documento in cui rendo noto che le aziende che hanno chiesto il beneficio della cassa integrazione guadagni ordinaria, la cassa integrazione in deroga o l’assegno ordinario del Fondo integrale salariale con pagamento diretto all’Inps per l’intero mese della sospensione dal lavoro, non devono chiedere la sospensione della posizione contributiva ma devono continuare ad inviare il flusso uniemens, alla scadenza prefissata.


Leggi anche: Lotteria degli scontrini 2021 in partenza il 1° febbraio: registrazione per partecipare, cos’è e cosa si vince, le regole dell’Agenzia delle Entrate

Solo così l’Inps può rivedere la posizione contributiva rispetto a quanto affermato in precedenza.

L’Inps pubblicherà prossimamente un messaggio comunicherò che nel periodo interessato dalla sospensione lavoro per l’intervento della cassa integrazione con pagamento diretto dall’ente per tutto il personale, il flusso uniemens va sempre trasmesso anche quando i lavoratori sono stati sospesi a zero ore. Inoltre, l’azienda dopo aver ricevuto l’autorizzazione è tenuta a inoltrare telematicamente il modello SR41.