Certificazione Unica 2020: ufficiale è arrivata la proroga al 31 marzo

-
03/03/2020

È stata ufficializzata la proroga della Certificazione Unica 2020 dal 7al 31 marzo, ma non è la sola scadenza fiscale rinviata dal decreto legge sull’emergenza del Covid-19.

Certificazione Unica 2020: ufficiale è arrivata la proroga al 31 marzo

Rinviata la presentazione della Certificazione Unica 2020 al 31 marzo 2020. Il governo ha reso pubblico il decreto legge contenente tutte le nuove proroghe fiscali per fronteggiare al meglio lo stato di allarme Coronavirus. In sostanza, la scadenza naturale della Certificazione Unica era fissata per il 7 marzo (cadenza sabato), quindi, ultima scadenza utile era lunedì 9 marzo. Poi, con l’emanazione del decreto sul Codiv-19 la scadenza per la presentazione della Certificazione Unica è stata spostata al 31 marzo 2020.

Certificazione Unica 2020: slittano la gran parte delle scadenze fiscali

La Certificazione Unica 2020 è stata prorogata dal governo in via ufficiale al 31 marzo 2020, ma non è la sola scadenza fiscale rinviata come risultato prodotto dal secondo decreto varato sul Coronavirus, cambia il calendario fiscale 2020, con le seguenti scadenza, quali:

  • Certificazione Unica 2020: il decreto legge emanato sul Coronavirus posticipa la scadenza fissata dal 7 al 31 marzo 2020. Per l’inoltro dei dati online relativi ai redditi dei lavoratori dipendenti per la compilazione delle certificazioni uniche precompilate;
  • Rinvio dal 15 aprile al 5 maggio 2020 la trasmissione dei dati della Precompilata. Con questo provvedimento i professionisti e operatori disporranno di più tempo per inoltrare i dati relativi ai redditi dei lavoratori all’agenzia delle Entrate;
  • Presentazione Modello 730/2020 slitta al 30 settembre 2020; non è previsto nessuno slittamento per i rimborsi, questo è quanto assicurato dai tecnici del Ministro dell’Economia. I quali, hanno precisato che la proroga non influenzerà la tempistica dei rimborsi relativi ai crediti fiscali, nonché ai conguagli in busta paga.


Leggi anche: Scadenze fiscali marzo 2020: novità tra proroga e pagamenti

Certificazione unica 2020: il decreto sul Codiv-19 non modifica le altre disposizioni

Il rinvio dell’inoltro della Certificazione Unica 2020 non ha intaccato le altre disposizioni, che nonostante l’emanazione del decreto sul Covid-19, restano comunque immutate.

Le Certificazione Unica 2020 è una dichiarazione che si riferisce in particolare ai redditi prodotti da lavoro dipendente, autonomo, pensionati e proventi diversi. Tale documento fiscale deve essere consegnato ai dipendenti, autonomi, pensionati ecc. rispettando la contestuale scadenza, quale:

  • il Decreto Legge ha prorogato la scadenza della presentazione della dichiarazione sulla Certificazione Unica 2020 al 31 marzo 2020;
  • nel caso di fine del rapporto di lavoro, la scadenza cambia. Infatti, in presenza di una cessazione la dichiarazione unica dovrà essere consegnata al lavoratore entro 12 giorni dalla data della richiesta formulata dal dipendente.