Pensione Opzione donna, criticità, limiti e possibilità nel 2020

Come aderire alla pensione anticipata Opzione donna. Quali criticità, limiti, penalizzazioni e possibilità di presentare domanda anche nel 2020.

La proroga Opzione donna è stata approvata nel 2019 con il D.L. n. 4/2019. Molti sono i dubbi delle nostre lettrici, in quanto questa misura ha limitato la platea dei beneficiari, mettendo limiti, criticità e penalizzazioni. Molte le lettrici che ci chiedono come aderire all’Opzione donna e sarà possibile comunque fare domanda anche nel 2020, ma solo per le lavoratrici che hanno maturato il diritto per effetto della cristallizzazione. In quest’articolo esamineremo le domande delle nostre lettrici analizzando la normativa in tutti i suoi aspetti.

Pensione Opzione donna: i requisiti richiesti nel 2019

1) Buona sera volevo un informazione compio 58 anni a fine luglio e ho 36 anni di contributi posso fare la domanda di opzione donna?

2) Buongiorno, chiedo gentilmente una informazione. Ho compiuto 58 anni a Marzo 2019, ho 39 anni di contributi e’ possibile fare richiesta di pensione anticipata “opzione donna”? Alla luce di quanto credo sia il decreto non mi pare ma chiedo a voi conferma. Ringrazio e saluto cordialmente

L’articolo 16 del Decreto Legge n. 4/2019, stabilisce che le lavoratrici che hanno maturato, entro il 31 dicembre 2018, un’anzianità contributiva minima di 35 anni e un’età anagrafica minima di 58 anni, se lavoratrici dipendenti, e 59 anni se lavoratrici autonome, possono accedere alla pensione anticipata secondo le regole di calcolo del sistema contributivo.

In entrambi i quesiti il requisito anagrafico è maturato nel 2019 e non nel 2018, quindi non è possibile accedere alla misura Opzione donna prorogata nel 2019. 

Opzione donna: il requisito anagrafico nel 2018 o 2019? Le criticità

Buon giorno, con la presente vorrei richiedere alcune delucidazioni come da oggetto.
Al 31 12 2018 avevo 35 anni di contributi avendo iniziato a lavorare il 2 giugno 1983 interrottamente.
Sono nata il 15 ottobre 1963, quindi ad ottobre 2019 compirò “solo” 56 anni.
Domanda. Se si ipotizza un’eventuale chiusura aziendale/licenziamento ecc. durante la Naspi matura tutto ciò che occorre per richiedere eventualmente  l’opzione donna?
In base ad uno stipendio netto di circa 1.500,00 euro, quanto sarebbe la decurtazione? La ringrazio

Vale lo stesso discorso sopra riportato, bisogna aver maturato entrambi i requisiti età e contributi entro il 31 dicembre 2018, quindi nel caso specifico lei non rientra nella misura pensionistica, salve un’eventuale proroga per il 2020.

Proroga Opzione donna possibilità nel 2020

Buongiorno, mia moglie nata il 06/12/1959, quindi al momento 59 anni, avrebbe avuto i 35 anni di contributi 11/01/2019, non potendo usufruire dell’opzione donna 2019 volevo sapere se era stata prorogata anche per il 2020. Grazie

La proroga per la misura Opzione donna nel 2020, secondo indiscrezioni ci sarà e prevede la maturazione di entrambi i requisiti al 31 dicembre 2019. Quindi, entreranno nella misura anche le nate del 1961. Al momento queste sono solo promesse, niente di concreto.

Pensione anticipata nel comparto scuola, i limiti

Mia moglie è nata nel 1960 al 31 12 2018 aveva 35 anni e 8 mesi lavora come segretaria in una scuola privata per andare in pensione da subito è vero che la domanda la doveva farla entro il 28 febbraio.

La risposta è affermativa, la domanda andava presentata entro il 28 febbraio 2019. La circolare Miur specificava che  era  possibile fare domanda dal 4 al 28 Febbraio 2019 per tutto il comparto scuola, per pensione quota 100, anticipata, opzione donna e ape sociale.

Pensione Opzione donna, quando fare domanda di pensionamento all’amministrazione

Buongiorno, sono una dipendente pubblica nata il 12 ottobre 1954, che al 30 dicembre 2018 ha maturato 35 anni di  contributi. Posso usufruire di opzione donna e se sì da quando e con quanto preavviso all’amministrazione? Grazie

Si, lei può aderire alla misura pensionistica Opzione donna nel 2019. La domanda di pensionamento  deve essere presentata al datore di lavoro, rispettando il periodo di preavviso previsto dal contratto collettivo applicato. Nel caso di dipendente pubblico, bisogna rispettare le tempistiche per la cessazione dal servizio disposte dalla propria amministrazione. Avendo maturato entrambi requisiti al 31 dicembre 2018, può presentare domanda all’ente quando vuole, tramite il sito Inps oppure tramite il patronato.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”