Come recuperare i contributi non versati dal datore di lavoro

Se il datore di lavoro non paga i contributi e si è prossimi alla pensione, è possibile operare il riscatto? Analizziamo cosa conviene fare.

Come riscattare i contributi non pagati dal datore di lavoro, il quesito di un  nostro lettore: Buongiorno, da un controllo del mio estratto contributivo presso l’INPS vedo che mancano 15 mesi dal 01.09.1983 al 30.11.1984 di cassa integrazione che la Ditta per la quale lavoravo non ha versato. Ho verificato che in quel periodo i contributi sono stati accreditati sono ad alcuni dipendenti. Sul libretto di lavoro ho però la data di assunzione 02.02.1976 e di licenziamento 31.12.1984, quindi nei mesi per i quali mi mancano i contributi ero ancora assunta. Posso chiedere di riscattarli ora che dovrei andare in pensione?

Riscatto contributi non versati dal datore di lavoro

Lei può presentare domanda di riscatto contributivo specificando le omissioni di contributi obbligatori non pagati dal datore di lavoro. Il riscatto contributivo è oneroso e nei periodi anteriori al 1° gennaio 1996, l’onere viene calcolato con il sistema retributivo che utilizza alcuni dati variabili. Il calcolo del riscatto viene determinato su base matematica.

Vengono considerati coefficienti di capitalizzazione che tengono conto di vari fattori: età del richiedente (maggiore è l’età più sarà l’onere da pagare); sesso; posizione assicurativa e retribuzioni in base all’anzianità contributiva; durata del periodo da ricattare.

Il riscatto calcolato con la riserva matematica ha un costo diverso da caso a caso. Quindi, le consiglio di rivolgersi ad un patronato e farsi calcolare l’importo in via preventiva, in modo da valutare se le conviene economicamente. A livello pensionistico i contributi riscattati sono validi sia per il diritto che per la misura.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”