Concorso 120 Commissari di Polizia di stato, ecco il bando

-
17/12/2019

Il Ministero dell’Interno pubblica un concorso per 120 Commissari da avviare alla carriera di funzionari della Polizia di Stato. Ecco come partecipare.

Concorso 120 Commissari di Polizia di stato, ecco il bando

Il Ministero dell’Interno ha indetto un bando di concorso per assumere commissari di Polizia  di Stato. La scadenza del bando è il 2 gennaio 2020. Vediamo come partecipare al concorso.

Concorso Commissari Polizia di Stato: posti e riserve

Il bando di concorso riguarda l’assunzione di 120 Commissari da avviare alla carriera di funzionari della Polizia di Stato. Nell’ambito dei posti, operano le riserve seguenti:

  • 12 posti riservati al personale della Polizia di stato già ispettori;
  • 12 posti riservati al personale della polizia di stato con anzianità di servizio effettivo non inferiore a 5 anni;
  • 3 posti riservati agli ufficiali che abbiamo terminata la ferma biennale, senza demerito;
  • 20 posti riservati al coniuge o ai figli superstiti, o a parenti di secondo grado del personale deceduto in servizio o per cause di servizio appartenenti alle forze di polizia o alle forze armate.

Requisiti

Possono partecipare al concorso, i candidati che abbiano i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • possesso delle qualità morali e di condotta;
  • aver compiuto 18 anni, ma non aver superato i 30 anni. Si prescinde dal limite dell’età per il personale appartenente alla Polizia di Stato. Il limite è elevato a massimo tre anni, per coloro che hanno effettuato servizio militare. Per coloro che hanno un ruolo amministrativo civile all’interno delle forze di polizia, il limite è di 35 anni;
  • essere in possesso dell’idoneità fisica, psichica e attitudinale prescritta per l’accesso alla carriera dei funzionari di polizia;
  • aver conseguito uno dei seguenti titoli di studio o equiparato/equipollente: lauree magistrali/specialistiche: giurisprudenza, scienze dell’economia, scienze della politica, scienze delle pubbliche amministrazioni, scienze economico-aziendali;
  • conoscenza di una lingua straniera tra: inglese, francese, tedesco e spagnolo.


Leggi anche: Canone RAI, per chi evade multa da 600 euro e rischio carcere

Inoltre, non sono ammessi a partecipare al concorso coloro che sono stati espulsi dalle Forze armate o dai Corpi militarmente organizzati, destituiti da pubblici uffici, dispensati  o decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione.

I requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del 2 gennaio 2020.

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione deve essere compilata tramite piattaforma online accessibile dal sito della Polizia di Stato alla pagina Concorsi, scegliendo Concorso pubblico.

Alla compilazione della domanda, il candidato potrà accedere in due modi:

  1. SPID, Sistema pubblico di identità digitale, con le credenziali ottenute registrandosi precedentemente;
  2. CIE, Carta d’identità elettronica  rilasciata dal comune di residenza. Per utilizzare questa modalità è necessario che il candidato installi il software disponibile all’indirizzo www.cartaidentita.interno.gov.it e si doti di lettore smart card (tipo contactless reader).

Una volta completata la compilazione, il candidato riceverà una mail con allegata una copia della domanda. Prima della scadenza, è possibile cambiare o revocare la domanda.

Inoltre, per partecipare è necessario che l’interessato si munisca di recapito di posta elettronica certificata PEC.

Selezione: fasi e prove d’esame, corso di formazione

Il concorso per Commissari di Polizia di Stato si articola nelle seguenti fasi:

  • prova preselettiva, se le domande sono superiori a tremila consiste in un questionario, articolato in domande con risposta a  scelta multipla;
  • accertamento dell’efficienza fisica;
  • accertamenti psicofisici;
  • accertamento attitudinale;
  • prove scritte;
  • valutazione dei titoli;
  • prova orale.

Il 3 gennaio 2020 sarà pubblicato sul sito della Polizia di Stato, il calendario con la sede di svolgimento della prova preselettiva.

Inoltre, sempre sul sito, trenta giorni prima dello svolgimento della prova preselettiva, sarà pubblicata la banca dati con 5000 quesiti dalla quale saranno estratti quelli utilizzati per la prova.


Potrebbe interessarti: Fondo perduto perequativo, ultime notizie: domanda entro il 28/12

I candidati risultati vincitori dovranno frequentare un corso di formazione di due anni finalizzato anche al conseguimento di un Master universitario di II livello ed articolato in due cicli annuali comprensivi di un tirocinio operativo. Al termine del corso di formazione i commissari saranno assegnati ai servizi d’Istituto presso gli uffici dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza.

Infine, per tutte le altre informazioni sulla modalità di partecipazione al concorso, i candidati sono tenuti a leggere il bando integrale.

Leggi anche: Pensione Quota 100 per i dipendenti Forze di Polizia nel 2019, le novità