Concorso ATA: 11mila addetti pulizie, ecco il bando

-
10/12/2019

Il Miur ha pubblicato un concorso per assumere personale di ditte esterne da inserire nell’organico del personale ATA. Ecco il bando

Concorso ATA: 11mila addetti pulizie, ecco il bando

Il Miur ha pubblicato un concorso a tempo indeterminato riservato ai lavoratori delle ditte esterne che svolgono mansioni di collaboratore scolastico per personale ATA. La scadenza è il 31 dicembre 2019. Vediamo come accedere alla selezione.

Concorso ATA Addetti pulizie

Il concorso, per titoli, riservato ai lavoratori alle ditte di pulizie, si svolge a base regionale. I vincitori saranno assunti nel profilo di collaboratore scolastico a tempo indeterminato pieno e/o parziale.
In pratica, possono partecipare al concorso i lavoratori dipendenti che abbiano, oltre ai requisiti generali indicati nel bando, questi due specifici requisiti:

  • lavorato con un contratto a tempo indeterminato in ditte che si occupavano di servizi di pulizie nelle scuole;
  • lavorato per 10 anni, comprensivi degli anni 2018 e 2019, anche non continuativi, come addetti pulizia e ausiliari presso istituzioni scolastiche ed educative statali.

L’anzianità di servizio verrà calcolata nel seguente modo:

  1. il conto degli anni di servizio è effettuato nell’anno solare;
  2. in caso di mancata maturità dell’anno è valido cumulare i mesi e le frazioni dei mesi superiori a 15 giorni;
  3. ai fini del calcolo gli anni di anzianità i periodi di sospensione obbligatoria sono considerati servizio effettivo;
  4. sono validi gli anni di servizio prestati dal 2000 in poi nelle istituzioni scolastiche statali a seguito di contratti di appalto stipulati per mansioni corrispondenti a quelle del collaboratore scolastico.

Posti disponibili

Come detto precedentemente, il concorso ATA per il personale da stabilizzare come collaboratore scolastico  è su base provinciale. La domanda va presentata in una solo regione. Ecco i posti disponibili:

Abruzzo n. 386 posti, di cui:

  • Chieti: 50;
  • L’Aquila: 68;
  • Pescara: 90;
  • Teramo: 178.

Basilicata n. 162 posti, di cui:

  • Matera: 70;
  • Potenza: 92.

Calabria n. 612 posti, di cui:

  • Catanzaro: 68;
  • Cosenza: 283;
  • Crotone: 61;Reggio Calabria: 181;
  • Vibo Valentia: 19.

Campania n. 2536 posti, di cui:

  • Avellino: 142;
  • Benevento: 117;
  • Caserta: 384;
  • Napoli: 1392;
  • Salerno: 501.

Emilia-Romagna n. 550 posti, di cui:

  • Bologna: 136;
  • Ferrara: 19;
  • Forlì Cesena: 69;
  • Modena: 64;
  • Parma: 55;
  • Piacenza: 2;
  • Ravenna: 147;
  • Reggio Emilia: 35;
  • Rimini: 23.

Friuli Venezia Giulia n. 40 posti, di cui:

  • Trieste: 35;
  • Udine: 5.

Lazio n. 1728 posti, di cui:

  • Frosinone: 262;
  • Latina: 189;
  • Rieti: 97;
  • Roma: 1180

Liguria n. 128 posti, di cui:

  • Genova: 53;
  • Imperia: 43;
  • La Spezia: 23;
  • Savona: 9.

Lombardia n. 392 posti, di cui:

  • Bergamo: 5;
  • Brescia: 162;
  • Cremona: 11;
  • Lecco: 13;
  • Milano: 60;
  • Pavia: 69;
  • Sondrio: 6;
  • Varese: 66.


Leggi anche: Cashback autostrada per pagamenti e spese in caso di cantieri: come funziona e cosa fare per averlo

Marche n. 259 posti, di cui:

  • Ancona: 79;
  • Ascoli Piceno: 85;
  • Macerata: 29;
  • Pesaro Urbino: 66.

Molise n. 82 posti, di cui:

  • Isernia: 41;
  • Campobasso: 41.

Piemonte n. 498 posti, di cui:

  • Alessandria: 38;
  • Cuneo: 30;
  • Novara: 23;
  • Torino: 369;
  • Verbano Cusio Ossola: 33;
  • Vercelli: 5.

Puglia n. 611 posti, di cui:

  • Bari: 530;
  • Brindisi: 163;
  • Foggia: 259;
  • Lecce: 441;
  • Taranto: 218.

Sardegna n. 205 posti, di cui:

  • Cagliari: 123;
  • Nuoro: 35;
  • Oristano: 29;
  • Sassari: 18.

Sicilia n. 952 posti, di cui:

  • Agrigento: 115;
  • Caltanissetta: 81;
  • Catania: 250;
  • Enna: 45;
  • Messina: 119;
  • Palermo: 61;
  • Ragusa: 80;
  • Siracusa: 62;
  • Trapani: 139.

Toscana n. 595 posti, di cui:

  • Arezzo: 48;
  • Firenze: 195;
  • Grosseto: 22;
  • Livorno: 71;
  • Lucca: 119;
  • Massa Carrara: 39;
  • Pisa: 54;
  • Pistoia:5;
  • Prato: 13;
  • Siena: 29.

Umbria n. 179 posti, di cui:

  • Perugia: 160;
  • Terni: 19.

Veneto n. 348 posti, di cui:

  • Padova: 25;
  • Rovigo: 30;
  • Treviso: 102;
  • Venezia: 115;
  • Verona: 59;
  • Vicenza: 17.

Concorso ATA: domanda di partecipazione

Le domande di partecipazione al concorso devono essere presentate esclusivamente online entro le 14 del 31 dicembre 2019, in una delle seguenti modalità:

  • tramite la piattaforma web Polis (Presentazione online delle istanze del Miur). In questo caso, bisogna registrarsi alla pagina Istanze online (Polis);
  • attraverso il sito web www.miur.gov.it alla pagina Piattaforma concorsi e procedure selettive. Per presentare la domanda con questa modalità occorre possedere le credenziali SPID.

Per ulteriori approfondimenti, i candidati sono invitati a leggere il bando integrale del concorso.

Leggi anche: Scuola: ecco la proposta per unificare gli stipendi di maestri e professori