Concorso ATA per addetti pulizie: Miur posticipa la data di scadenza

-
30/12/2019

Con Decreto dirigenziale del 20 dicembre 2019 n.2318, il Ministero ha posticipato la data di scadenza del concorso ATA addetti pulizie. Ora è l’8 gennaio 2020

Concorso ATA per addetti pulizie: Miur posticipa la data di scadenza

Il 31 dicembre era la data di scadenza del bando per il concorso ATA. Con il Decreto dipartimentale n. 2318 del 20 dicembre, il Miur ha posticipato la data di scadenza all’8 gennaio 2020. I requisiti e le modalità di partecipazione sono, invece, rimaste invariati.

Concorso ATA addetti pulizie: requisiti

Come detto in un precedente articolo, questo concorso è riservato ai lavoratori delle ditte di pulizia che saranno assunti con la qualifica di collaboratore scolastico. In un primo momento, la data per inviare la domanda era il 31 dicembre 2019. Invece, con il decreto dipartimentale n. 2318 del 20 dicembre, il Ministero ha posticipato la data di scadenza all’8 gennaio 2020, lasciando, però, invariate i requisiti e la modalità di partecipazione al concorso.

Ricordiamo che, possono partecipare a questo concorso i lavoratori delle ditte esterne che abbiano, però, i seguenti requisiti:

  • lavorato con contratto a  tempo indeterminato in ditte che si occupano di pulizie nelle scuole,
  • lavorato per 10 anni, anche non continuativi, ma comprensivi degli anni 2018 e 2019, come addetti pulizia e ausiliari all’interno di istituti scolastici.

Leggi anche: Novità concorso personale ATA 2020 con licenza di scuola media

Come presentare domanda di partecipazione

La domanda per il concorso ATA, come abbiamo già detto, va presentata entro le 14 dell’8 gennaio 2020, nuova data di scadenza, esclusivamente online, utilizzando una delle due modalità:

  1. tramite piattaforma web Polis, registrandosi alla pagina Istanze online,
  2. attraverso il sito www.miur.gov.it alla pagina Piattaforma concorsi e procedure selettive. In questo caso, occorre possedere le credenziali SPID.


Leggi anche: Cashback autostrada per pagamenti e spese in caso di cantieri: come funziona e cosa fare per averlo

Per ulteriori approfondimenti, i candidati sono invitati a leggere il bando integrale.

Leggi anche: Concorso ATA: 11mila addetti pulizie, ecco il bando