Concorso per 930 allievi marescialli: requisiti e come inoltrare la domanda

-
11/03/2020

Pubblicato un aggiornamento sul concorso per l’ammissione alla scuola ispettori e sovrintendenti della guardia di finanza: i posti disponibili sono 930. Ecco come candidarsi.

Concorso per 930 allievi marescialli: requisiti e come inoltrare la domanda

Nella Gazzetta Ufficiale n. 18 del 3 marzo 2020 è stato pubblicato un nuovo bando di concorso per l’ammissione di 930 allievi marescialli al 92° Corso presso la Scuola ispettori e sovrintendenti della guardia di finanza. I posti disponibili sono distribuiti nel seguente modo: 830 sono destinati al contingente ordinario e  70 al contingente di mare, di cui: 15 per la specializzazione “nocchiere abilitato al comando” (NAC); 20 per la specializzazione “nocchiere” (NCH); 30 per la specializzazione “tecnico di macchine” (TDM); 5 per la specializzazione “tecnico dei sistemi di comunicazione e scoperta” (TSC). Sui posti disponibili si effettuano le riserve secondo la normativa vigente. Inoltre, la selezione, sia per il contingente ordinario sia per quello di mare, avverrà per titoli ed esami. Aggiornamento 2 luglio 2020. Nella Gazzetta Ufficiale n. 49 del 26 giugno 2020 è pubblicato un avviso di modifica al bando di concorso. Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito della Guardia di finanza all’indirizzo https://concorsi.gdf.gov.it dove è possibile scaricare il testo integrale della Determinazione n. 160336 del 24 giugno 2020.

Concorso allievi marescialli della guardia di finanza 2020: requisiti

Per poter partecipare al concorso ed entrare a far parte della scuola ispettori e sovrintendenti della guardia di finanza, bisogna possedere i seguenti requisiti:

a)se già appartenenti al Corpo della guardia di finanza:

√avere massimo 35 anni alla data di scadenza del bando,

√assenza note di demerito durante i servizi,

√non essere stati dichiarati inidonei all’avanzamento di carriera, né imputati o condannati  per delitti non colposi, né sottoposti a misure di prevenzione;

b)se cittadini italiani, invece bisogna possedere:

√età 17 anni, ma non superare i 26° anno di età, se minorenni è necessario il consenso dei genitori o di un tutore;

√godimento dei diritti civili e politici;

√non essere stati dispensati, destituiti, dichiarati decaduti oppure licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;


Leggi anche: Orari visite fiscali 2022 per dipendenti pubblici e privati

√aver rinunciato allo status di obiettore di coscienza;

√nessuna dimissione dalla vita militare da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e di polizia.

Infine, un altro requisito importante è il possesso del diploma di maturità. Possono comunque partecipare anche i candidati che pur non avendo il diploma lo conseguono nell’anno scolastico 2019/2020.

Presentazione della domanda e prove d’esame

Riguardo alla domanda di partecipazione al concorso, essa deve essere compilata in modalità telematica, entro il 3 aprile 2020, collegandosi al sito concorsi.gdf.gov.it, sezione Accedi ai servizi. I concorrenti devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (PEC) che servirà per accedere al form della domanda di partecipazione.

Infine, il concorso prevede le seguenti prove d’esame:

1)prova preliminare consistente in questionari a risposta multipla;

2)scritta di composizione italiana;

3)efficienza fisica;

4)due prove accertamento idoneità: una psico-fisica e una attitudinale;

5)orale di cultura generale;

6)prove facoltative: una di lingua straniera e una di informatica;

7)valutazione dei titoli.

Per le informazioni dettagliate su questo concorso, si rimanda alla lettura del bando.

Leggi anche: Liquidazione pensione: sistema unico anche per il personale dell’Esercito, Marina, Aeronautica, Guardia di Finanza e Polizia Penitenziaria