Condono bollo auto, l’indignazione di chi ha sempre pagato

-
09/10/2019

Condono bollo auto, molti utenti hanno scatenato suoi social una bufera di commenti indignati nei confronti dell’abolizione delle cartelle inerenti al bollo

Condono bollo auto, l’indignazione di chi ha sempre pagato

In questi giorni erompe sui social una polemica furiosa nei confronti del condono bollo auto. Moltissimi utenti hanno commentato, chi in modo ironico chi più pesantemente, contro il decreto fiscale 2019 che ha consentito lo strappo delle cartelle esattoriali al disotto di 1.000 euro, tra cui anche quelle inerenti al pagamento del bollo auto.

I commenti indignati dei contribuenti che hanno sempre pagato

Sui diversi social la polemica non si placa, si legge: “Alzino la mano tutti i cogl.. come me che regolarmente ed annualmente hanno sempre pagato il #bolloauto”. O anche: “Condono #bolloauto. Facciamo che chi finora ha pagato tutto regolarmente ha maturato un bonus evasione?”.

Molti utenti scrivono commenti in cui fanno richiesta dei soldi pagati negli ultimi 10 anni per il bollo auto, o l’emissione di un bonus. Ma non mancano commenti critici nei confronti del governo: ” Date un buono spesa o rendete ciò che ha pagato in più? E non parlate più di lotta all’evasione quando siete i primi a favorirla. Vergogna!” scrive Fabio. O anche: “Alla faccia dei fessi che hanno pagato. Il governo dell’illegalità che difende i #ladri”.

Molteplici ancora post contro questo provvedimento, che alla fine ha penalizzato chi ha sempre pagato, premiando invece chi non ha mai versato il bollo auto negli anni tra il 2000 e il 2010.

Condono Bollo auto: le cartelle abolite automaticamente

La pace Fiscale che consente lo stralcio delle cartelle al di sotto di 1.000 euro è ormai in vigore già da mesi. Ma l’eliminazione di questi vecchi debiti è stata confermata anche dai giudici che con una recente sentenza hanno stabilito che anche la cartella che riguarda il bollo auto con importo inferiore a 1.000 euro rientra nella pace fiscale.

Lo stralcio delle cartelle dovrebbe essere effettuato in via automatica senza che i contribuenti si debbano rivolgere al giudice a seguito di ricorso. Infatti, il Decreto fiscale 2019 ha stabilito che tutte le cartelle esattoriale con importo fino a mille euro (comprensivi di capitale, interessi e sanzioni) risultanti dai singoli carichi affidati agli Agenti della riscossione tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2010, siano automaticamente annullati.


Leggi anche: Naspi pagamento Inps di gennaio 2021: che giorno arriva la disoccupazione

Bollo auto: cartelle esattoriali cancellate in automatico