Congedo parentale, i giorni vengono detratti dalla tredicesima?

Congedo parentale: il neopapà o la neomamma, compresi quelli adottivi e/o affidatari, che si avvalgono del congedo di maternità (ordinario, flessibile, anticipato, prolungato) e/o di paternità hanno diritto a un’indennità giornaliera pari all’80% della retribuzione per tutto il periodo di assenza dal lavoro. L’indennità è comprensiva di ogni altra indennità spettante per malattia ed è coperta da contribuzione figurativa […]

Congedo parentale: il neopapà o la neomamma, compresi quelli adottivi e/o affidatari, che si avvalgono del congedo di maternità (ordinario, flessibile, anticipato, prolungato) e/o di paternità hanno diritto a un’indennità giornaliera pari all’80% della retribuzione per tutto il periodo di assenza dal lavoro.

L’indennità è comprensiva di ogni altra indennità spettante per malattia ed è coperta da contribuzione figurativa utile per il diritto e la misura della pensione. I contributi figurativi sono accreditati su domanda della lavoratrice/lavoratore. I periodi di congedo sono computati nell’anzianità di servizio a tutti gli effetti, compresi quelli relativi alla tredicesima mensilità o alla gratifica natalizia e alle ferie. Gli stessi periodi sono considerati, ai fini della progressione di carriera, come attività lavorativa quando i contratti collettivi non richiedano a tale scopo particolari requisiti.

Ferie e assenze nel congedo maternità e paternità

Le ferie e le assenze eventualmente spettanti ad altro titolo non vanno goduti contemporaneamente ai periodi di congedo di maternità e/o
di paternità. I periodi di congedo non si computano ai fini del raggiungimento dei limiti di permanenza nelle liste di mobilità, fermo restando i limiti temporali di fruizione dell’indennità di mobilità. I medesimi periodi si computano ai fini del raggiungimento del limite minimo di sei mesi di lavoro effettivamente prestato per poter beneficiare dell’indennità di mobilità. Non viene cancellata dalla lista di mobilità la lavoratrice e/o il lavoratore che, in periodo di congedo di maternità o paternità, rifiuta l’offerta di lavoro, di impiego in opere o servizi di pubblica utilità, ovvero l’avviamento a corsi di formazione professionale.

Congedo papà le novità INPS

Tredicesima mensilità e congedo parentale

La tredicesima consiste in una una mensilità aggiuntiva spettante ai lavoratori dipendenti, viene corrisposta in concomitanza delle festività natalizie e regolamentata dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro applicato dal datore di lavoro.

Il suo ammontare è rapportato agli effettivi giorni di lavoro prestati. Nel caso di lavoratrice in congedo per maternità obbligatoria, si evidenzia che il pagamento della retribuzione mensile è generalmente posto in capo all’INPS nella misura dell’80%. In questa misura rientrano anche le mensilità aggiuntive.

Il congedo di maternità corrisponde ai 2 mesi precedenti al parto e ai 3 mesi successivi mentre i periodi di riposo giornaliero per allattamento corrispondono a 2 ore al giorno se l’orario di lavoro è pari o superiore alle 6 ore giornaliere e 1 ora al giorno se l’orario è inferiore.

Viceversa, non verrà calcolata per i periodi di maternità facoltativa, ovvero nel periodo di congedo parentale facoltativo di astensione dal lavoro della durata non maggiore ai sei mesi. Il principio del congedo per maternità è che matura soltanto nel periodo effettivo di lavoro.

Quindi, durante il congedo parentale, la cosiddetta astensione facoltativa dal lavoro, non si matura il diritto alla mensilità aggiuntiva. Si tratta infatti di una prestazione erogata dall’Inps e che prevede una retribuzione mensile variabile, in media del 30%, che prevede soltanto la maturazione del Tfr e non di ferie e tredicesima.

I periodi di congedo parentale retribuiti al 30%, ai sensi dell’art.34 del D.Lgs.n.151/2001, non sono in alcun modo utili ai fini della maturazione della tredicesima mensilità.  

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.