Congedo per gravi motivi è coperto da contributi validi per la pensione?

-
01/08/2019

Il congedo per gravi motivi personali per se stesso o per i familiari, è coperto da contribuzione figurativa valida ai fini pensionistici?

Congedo per gravi motivi è coperto da contributi validi per la pensione?

Possono far richiesta del congedo per gravi motivi personali o familiari, di due anni anche frazionati, sia i lavoratori del settore pubblico che privato. Il congedo di due anni non è retribuito e non è coperto da nessun tipo di contribuzione nel periodo di assenza dal lavoro. In tale periodo viene conservato il posto di lavoro e le sue mansioni.  Un lettore ci chiede se il congedo è coperta da contribuzione figurativa e se è la contribuzione eventuale, è  valida al diritto e alla misura per il pensionamento. 

Congedo per gravi motivi: la contribuzione utile 

La circolare Inps n. 15 del 23 gennaio 2001, chiarisce che il congedo per eventi e cause particolari normato dall’art. 4, comma 2, stabilisce che:  i lavoratori pubblici e privati possono usufruire di un periodo di congedo continuativo o frazionato non superiore a due anni, per gravi e documentati motivi familiari. Abbiamo racchiuso in quest’articolo le cause previste per il: Congedo di due anni con legge 104 per se stessi: per gravi problemi 

Durante il periodo di assenza al lavoro, il lavoratore non ha diritto alla retribuzione e non può svolgere nessun tipo di attività lavorativa. 

La circolare chiarisce che: “la copertura assicurativa dei suddetti periodi potrà avvenire, a domanda degli interessati, mediante riscatto o versamento di contribuzione volontaria”. L’onere di riscatto dovrà essere determinato con il criterio della riserva matematica, in relazione all’anzianità contributiva maturata dal richiedente alla data del 31 dicembre 1995.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

In alternativa al riscatto l’interessato potrà effettuare versamenti volontari, previa autorizzazione dall’ente pensionistico. Per maggiori dettagli sui contributi volontari, rimandiamo a: Contributi volontari o riscatto contributivo: cosa conviene e quanto si paga