Conto corrente: Fineco Bank, canone di 3,95 euro al mese, l’alternativa?

-
08/12/2019

Conto corrente: Fineco Bank introduce il canone di 3,95 euro con la possibilità di ridurlo o azzerarlo utilizzando alcuni servizi, ma c’è un’alternativa

Conto corrente: Fineco Bank, canone di 3,95 euro al mese, l’alternativa?

La banca Fineco ha modificato unilateralmente il contratto, introducendo il canone mensile sui conti correnti dell’importo di 3,95 euro, a partire dal 1° febbraio 2020. Con alcun accorgimenti, tale canone può essere annullato o ridotto. La rimodulazione del contratto riguarda i conti correnti aperti prima del 1° ottobre 2019, per i quali non era previsto il canone. Per i conti correnti aperti dal 1° ottobre 2019 al 31 gennaio 2020, il canone sarà gratuito per tutto il 2020, mentre per quelli che saranno aperti dal 1° febbraio 2020 il canone sarà gratuito per i successivi 12 mesi.

Conto corrente: canone di 3,95 euro azzerabile

Il canone di 3,95 euro può essere ridotto, come abbiamo già detto, con alcuni accorgimenti specifici:

  • 1 euro per accredito pensione o stipendio;
  • 1 euro per ogni 20.000 euro di risparmio amministrato;
  • 1 euro per ogni ordine eseguito trading;
  • 1 euro per un fondo Pensione valorizzato;
  • 1 euro per ogni 10.000 euro di risparmio gestito in portafoglio;
  • 1 euro per addebito in conto della Polizza salute;
  • 1 euro per conti con addebito rata prestito Fineco / consolidamento prestiti;

Inoltre, il canone può essere azzerato del tutto grazie all’utilizzo di alcuni servizi, lo sconto di 3,95 euro viene applicato nei seguenti casi:

  • se si utilizza il servizio di consulenza Plus e/o Advice e/o Stars valorizzati;
  • acquisendo lo status di cliente Private;
  • addebitando in conto la rata del Mutuo Fineco;
  • utilizzo del Credit Lombard (fido).


Leggi anche: Pensioni anticipate e APE sociale dai 63 anni: requisiti e vincoli, ecco chi rientra nella proroga della LdB20201

Canone Fineco: le informazioni

Il calcolo del bonus viene effettuato dalla banca sui conti correnti ogni mese. Il nuovo contratto proposto dalla Fineco Bank ai propri cliente prevede anche ulteriori condizioni per ottenere la riduzione o l’azzeramento del canone, oltre a quelle già elencate. Nello specifico si fa presente che mensilmente non verrà riconosciuto un bonus superiore a 3,95 euro. Nel caso si verifica nello stesso mese la stessa condizione verrà riconosciuto solo 1 euro di bonus, ad esempio se in un mese si verificano due accrediti di stipendio il bonus sarà solo di 1 euro.

Solo per le operazioni che riguardano gli investimenti in portafoglio, del risparmio amministrato e degli ordini trading possono generare un bonus di 3,95 euro al massimo.

La Fineco Bank, dal mese di febbraio 2020, metterà a disposizione dei clienti un simulatore in grado di calcolare il bonus maturato durante il mese.

Un’alternativa a Fineco Bank è Webank

La migliore alternativa al conto corrente Fineco è quello di Webank.

Il conto corrente Webank non presenta nessun costo e il canone mensile è uguale a zero, tranne il costo relativo all’imposta di bollo, come prevede la legge.

Il conto Webank permette di consultare l’estratto conto, effettuare bonifici verso l’Italia e l’estero e tutte le altre operazioni, gratuitamente ed esclusivamente on line, tramite una sezione presente sul sito che la banca mette a disposizione dei suoi clienti, inoltre vi è un servizio telefonico di assistenza consultabile 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Inoltre, il Conto Corrente Webank, dà la possibilità di utilizzare la carta bancomat, senza alcun costo, per eseguire pagamenti e prelievi illimitati in Italia e in Europa. In più, è possibile disporre di una carta di credito a costo zero.


Potrebbe interessarti: Reddito di emergenza (REM Inps): giorni decisivi per gli ultimi pagamenti di gennaio 2021, in attesa del Decreto Ristori 5

Fineco, arriva la stangata con l’addio al conto gratis