Conto corrente: i costi di gestione in continuo aumento, 7,5 euro per il 2018

-
22/09/2019

Conto corrente: La Banca d’Italia esegue l’Indagine sui costi, terzo aumento consecutivo. Crescono anche i costi dei conti postali

Conto corrente: i costi di gestione in continuo aumento, 7,5 euro per il 2018

La Banca d’Italia ha svolto, come tutti gli anni, l’usuale indagine sui costi del conto corrente. Da tale indagine è emerso che nel 2018 l’aumento dei costi sui servizi dei conti corrente è stato sostanzioso, 7,5 euro. Un rincaro decisamente maggiore rispetto al 2017, che si è aggirato intorno a 1,8 euro e al 2016 che fu di 1,1 euro. Aumenti, decisamente, in contro tendenza rispetti agli anni 2015 e 2013 dove si era registrato una diminuzione dei costi sul conto corrente, rispettivamente, di circa 5,8 euro e di 6,9 euro. Si sono rilevati anche aumenti sul conto corrente postale di 4,9 euro, mentre nel 2017 gli aumenti sono stati di circa 2,1 euro.  Bankitalia giustifica tali aumenti con l’incremento dei costi dei canoni e delle carte di debito.  Bisogna anche dire che, sul conto corrente online i costi sono sostanzialmente rimasti costanti e si attestano sui 15,5 euro.

Come si è detto, tali aumenti sono stati giustificati con il rincaro dei canoni, ma sicuramente implica a tale crescita il numero di operazioni e delle commissioni applicate sui pagamenti automatici, sulle spese di scritturazione e sui bonifici online.

Conto corrente: la nuova banca IllimityBank.com; con zero sportelli e zero costi