Contributi: nuovo estratto conto online anche per cumulo e ricongiunzione

-
26/12/2018

Con il messaggio del 21 dicembre 2018 l’Inps comunica le novità dell’estratto contributivo, per verificare i contributi anche in cumulo e ricongiunzione

Contributi: nuovo estratto conto online anche per cumulo e ricongiunzione

Contributi, l’Inps con il messaggio n. 4811 del 21 dicembre 2018, comunica che il servizio online per la consultazione dell’Estratto Conto Integrato (E.C.I.) è stato esteso ad ogni lavoratore a favore del quale risulti accreditato almeno un contributo in una o più Gestioni o Enti previdenziali. È possibile accedere al servizio è consentito tramite le proprie credenziali personali (PIN e SPID).

Inoltre, per migliorare la fruibilità del dato, il messaggio rammenta anche le informazioni presenti nell’Estratto Conto Integrato relative al collegamento con le funzioni ordinarie legate alla gestione della posizione assicurativa.

Guida-alla-lettura-dellestratto-conto

Estratto conto integrativo (E.C.I.): Messaggio INPS n. 4811

Si legge nel messaggio che: L’Istituto, in ottemperanza all’articolo 26, comma 1, lettera a), della medesima legge, in collaborazione con gli Enti e le Casse previdenziali conferenti, ha predisposto un servizio Internet per la consultazione dell’Estratto Conto Integrato (E.C.I.), di cui all’articolo 1, comma 6, della legge 8 agosto 1995, n. 335, e ss.mm.ii., che riepiloga, per ciascun lavoratore, l’intera storia assicurativa, indipendentemente dall’Ente previdenziale, in relazione a tutti i periodi con contribuzione accreditata presso una o più Gestioni previdenziali.

Il servizio web in argomento offre al cittadino la possibilità di verificare on-line i dati relativi alla propria posizione contributiva complessiva maturata presso i diversi Enti previdenziali, disponendo in tal modo degli elementi informativi utili per programmare il proprio futuro previdenziale con maggiore consapevolezza.

Nella prima fase sperimentale, avviata nel dicembre 2011, l’E.C.I. è stato reso disponibile ad un campione di 100.000 iscritti alle forme di previdenza obbligatoria e successivamente, nel 2013, è stato esteso ad un ulteriore milione di lavoratori, in proporzione al numero degli iscritti presso ciascun Ente o Gestione previdenziale.

Con l’avvenuta migrazione, nei nuovi sistemi informatici, della posizione assicurativa dei dipendenti pubblici, anche in un quadro di progressiva sistemazione delle posizioni assicurative degli iscritti all’ex INPDAP, si è reso possibile ampliare ulteriormente la platea a cui consentire l’accesso all’E.C.I.


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti

Con il presente messaggio, pertanto, si comunica pertanto, che il servizio E.C.I. è stato esteso ad ogni lavoratore a favore del quale risulti accreditato almeno un contributo in una o più Gestioni o Enti previdenziali.

L’accesso al servizio è consentito tramite le proprie credenziali personali (PIN INPS, PIN rilasciato dagli altri Enti previdenziali o credenziali SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Ai fini della migliore fruibilità del dato, si rammentano, di seguito, le informazioni presenti nell’E.C.I., anche in relazione al collegamento dello stesso con le ordinarie funzioni legate alla gestione della posizione assicurativa.

2. Elementi informativi dell’Estratto Conto Integrato (E.C.I.)

L’E.C.I. contiene le informazioni relative ai periodi assicurativi esposte in ordine cronologico. Ove, per uno stesso periodo, siano presenti contributi versati presso diversi Enti previdenziali, ne viene riportata l’elencazione puntuale, senza eseguire sommatorie.

I periodi da ricongiunzione e da riscatto non attribuibili ad uno specifico periodo temporale sono riportati in testa all’elenco dei periodi contributivi.

Ove disponibile, è indicato in un’apposita tabella il riepilogo dei periodi che riporta i dati trasmessi e presenti a sistema.

Infine, sempre ove disponibile, è presente uno specifico prospetto di riepilogo dei montanti contributivi. Il prospetto è valorizzato laddove siano presenti dati trasmessi e presenti a sistema.

3. Modalità di accesso all’E.C.I.

L’utente può consultare l’E.C.I. in via telematica, attraverso il portale dell’Ente di ultima iscrizione, come previsto dalla normativa sopra citata, previo riconoscimento dell’identità secondo le specifiche procedure adottate dall’Ente stesso.

L’accesso è garantito, con le consuete regole, anche agli intermediari autorizzati attraverso i servizi telematici loro dedicati.


Potrebbe interessarti: Soldi depositati in banca: non sono più i tuoi, a dirlo la legge

4. Invio delle segnalazioni attraverso E.C.I.

La procedura E.C.I., oltre alla visualizzazione e alla stampa della posizione assicurativa, consente la segnalazione delle inesattezze e/o incongruenze eventualmente riscontrate ovvero l’invio, sempre in via telematica, agli Enti di previdenza competenti delle richieste di variazione della propria posizione assicurativa.

Le richieste di variazione che riguardano i lavoratori iscritti alle Gestioni INPS sono automaticamente inoltrate alla procedura FA.SE. (Fascicolo delle Segnalazioni) o RVPA (Richiesta di Variazione della Posizione Assicurativa).

5. Variazione dell’avvertenza in calce all’E.C.I. in caso di cumulo e ricongiunzione

A seguito dell’entrata in vigore dell’articolo 1, comma 246 della legge 24 dicembre 2012, n. 228, e dell’articolo 1, comma 195, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, che hanno esteso il cumulo assicurativo anche alle Casse e agli Enti professionali privatizzati di cui al decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509, e al decreto legislativo 10 febbraio 1996, n. 103, si è provveduto ad aggiornare l’avvertenza in calce all’E.C.I. secondo quanto di seguito riportato:

“Al fine del conseguimento di un’unica pensione, gli iscritti a due o più forme di previdenza obbligatoria, al ricorrere dei prescritti requisiti, possono:

a) cumulare o totalizzare a titolo gratuito i periodi assicurativi non interamente coincidenti (i periodi assicurativi coincidenti sono computati una sola volta ai fini del diritto alla pensione e tutti ai fini della misura della pensione);

b) ricongiungere a titolo oneroso i periodi contributivi presso un’unica forma di previdenza obbligatoria”.

Ai fini di una corretta lettura dell’E.C.I., si inoltra, in allegato, lo schema dell’Estratto Conto Integrato con numeri guida e relativa legenda.

Fonte: INPS