Contributo a fondo perduto anche per gli eredi, domanda dal 25 giugno

-
18/06/2020

Possono fare domanda del contributo anche gli eredi, l’istanza deve essere inoltrata dal 25 giugno al 24 agosto 2020, le ultime news.

Contributo a fondo perduto anche per gli eredi, domanda dal 25 giugno

Il contributo a fondo perduto che prevede un contributo da non restituire per le partite Iva non inferiore a 1.000 euro e per le società non inferiore a 2.000, può essere richiesto anche dagli eredi. La domanda in questo caso deve essere presentata dal 25 giugno al 24 agosto 2020. Le modalità della richiesta sono identiche alla richiesta ordinaria e il calcolo è eseguito nell’identico modo, cambia solo la data dell’inoltro della domanda. 

Contributo a fondo perduto anche per gli eredi

Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate con protocollo numero 0230439/2020 in cui sono riportate le modalità per accedere al contributo a fondo perduto e i termini per presentare l’istanza, evidenzia che anche gli eredi possono accedere al beneficio. 

Gli eredi sono ammessi alla presentazione dell’istanza a patto che hanno deciso di continuare l’attività del deceduto. Bisogna comunque attenersi ai requisiti richiesti per accedere al contributo, nello specifico sono due le condizioni che permettono l’accesso:

  • la prima di carattere reddituale;
  • la seconda legata al calo di fatturato dovuto all’emergenza Covid-19.

Carattere reddituale

In rifermento alla prima condizione i carattere reddituale, la norma stabilisce che per possono accedere al beneficio i soggetti che nell’anno 2019 hanno avuto compensi o ricavi o un reddito agrario non superiore a cinque milioni di euro.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Calo del fatturato

La seconda condizione invece riguarda il fatturato, in questo caso la normativa stabilisce che possono accedere coloro che possono dimostrare un calo del fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai 2/3 del fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2019.

Quindi, nel caso di richiesta del contributo da parte dell’erede, se questi ha continuato l’attività del deceduto con decorrenza successiva al 30 aprile 2020, la condizione del fatturato sarà determinata confrontando i periodi di aprile 2019 e aprile 2020 in riferimento alla partita Iva del deceduto. Se invece la decorrenza riguarda il periodo dal 1° aprile 2019 e il 30 aprile 202, in questo caso dovranno essere considerate entrambe le partite IVA (erede e contribuente deceduto). 

Per approfondire i requisiti nel dettaglio, consigliamo di consultare la nostra guida: Contributo a fondo perduto: erogazione e calcolo

Le domanda di presentazione per accedere al beneficio da parte degli eredi dovranno essere inoltrate dal 25 giungo 2020 al 24 agosto 2020.