Cornavirus e prezzo della benzina: arrivano i ribassi sul costo dei carburanti

-
09/03/2020

Il coronavirus impatta anche sul prezzo della benzina e del diesel che mostrano lievi cali di costo.

Cornavirus e prezzo della benzina: arrivano i ribassi sul costo dei carburanti

Gli effetti della diffusione del coronavirus a livello mondiale si fa sentire anche sul prezzo della benzina. Secondo quanto registrato dalla Federazione Italiana Gestori Impianti Stradali e Carburanti (Anisa), dovremmo assistere ad un ulteriore ribasso del costo del petrolio greggio che dovrebbe impattare anche sul costo dei carburanti a causa, anche, dell’impatto che il coronavirus potrebbe avere sull’economia globale.

Petrolio, benzina e coronavirus

La preoccupazione principale dei paese produttori di petrolio è che potrebbe esserci, a causa della crisi economica, un crollo del prezzo dell’oro nero che si ripercuote, a catena, anche sul prezzo dei carburanti.

Si sono registrati proprio a partire da questa settimana, i primi ribassi sia di benzina che di diesel. A ridurre i prezzi sono stati sia Eni che Q8, calando il prezzo dei rifornimento di circa 1 centesimo per litro.

I prezzi praticati sul territorio nazionale per il self service, in ogni caso, restituiscono una fotografia che mostra solo lievi ribassi dei prezzi: la benzina attualmente è  a 1,550 euro al litro con variazioni tra i diversi marchi che vanno 1,548 a 1,563 euro al litro (per il no logo si sono registrati prezzi medi su territorio nazionale di 1,541 euro al litro).


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

Per quel che riguarda, invece, il diesel il prezzo medio applicato su territorio nazionale al self service è di 1,438 euro al litro con variazione tra i diversi loghi che vanno sai 1,435 ai 1,451 euro al litro (per il no logo il prezzo medio applicato su territorio nazionale è di 1,425.

Per il servito, invece, i prezzi applicati sono di 1,695 per la benzina e di 1,585 per il diesel.