Coronavirus e ferie forzate: il datore di lavoro mi può obbligare?

-
12/03/2020

Il datore di lavoro può obbligare il dipendente alle ferie forzate fino al 3 aprile? Vediamo cosa dice il decreto ed il Codice Civile.

Coronavirus e ferie forzate: il datore di lavoro mi può obbligare?

Il decreto emanato dal Governo il 9 marzo per far fronte all’emergenza coronavirus, ha gettato molti cittadini nel dubbio e nell’incertezza. Diverse perplessità le hanno i lavoratori che hanno sentito parlare di ferie forzate fino al 3 aprile e si chiedono se il datore di lavoro possa obbligarli a far le ferie in un periodo in cui, tra l’altro, non possono neanche andare in vacanza. Cerchiamo di capire.

Coronavirus e ferie forzate

Un nostro lettore, nel dubbio, ci scrive:

Buongiorno, sono un pò confuso. So che le ferie possono essere decise dall’azienda ma che una parte, mi sembra la metà, debbano essere concordate con il lavoratore. Adesso si parla, nell’azienda in cui lavoro, di metterci tutti in ferie per un periodo indefinito. Ma è lecito? Può il datore di lavoro costringermi a fare le ferie adesso che non posso andare in vacanza, e obbligarmi, poi, a lavorare in estate? Io non credo che si possa fare. Mi aiutate a capire?

Nel decreto, firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella notte tra l’8 ed il 9 marzo, è  esplicitamente previsto che “Si raccomanda ai datori di lavoro pubblici e privati di promuovere, durante il periodo di efficacia del presente decreto, la fruizione da parte dei lavoratori dipendenti dei periodi di congedo ordinario e di ferie”.


Leggi anche: Naspi pagamento Inps di gennaio 2021: che giorno arriva la disoccupazione

Ai lavoratori che non possono svolgere il lavoro da casa, per evitare il contagio e gli spostamenti, si può prospettare anche l’obbligo delle ferie fino al 3 aprile (o al limite il  congedo parentale). Nel peggiore dei casi si tratterebbe di 4 settimane di ferie, che esaurirebbero le ferie maturate nel corso dell’anno dal lavoratore. Questo significherebbe, poi, non poter fruire delle ferie estive.

I Consulenti del Lavoro a proposito delle ferie forzate ricordano che il diritto alle ferie è costituzionalmente garantito ai lavoratori ma l’articolo 2190 del Codice Civile stabilisce anche che il datore di lavoro possa mettere in ferie forzate un dipendente in caso di necessità. Quanto previsto dal Codice Civile, in ogni caso, non valo solo ora che siamo in piena emergenza coronavirus ma sempre.

In risposta alla sua domanda, quindi, è lecito che il datore di lavoro imponga ferie forzate se questo risponde alle necessità del momento e siccome la decisione sarebbe supportata anche dal decreto el Presidente del Consiglio, non può fare assolutamente nulla per evitare la costrizione anche se questo non le consentirà di fruire delle ferie in estate.