Coronavirus e riduzione pensioni al 50%: si tratta di una fake news

-
11/03/2020

Una falsa notizia che sta girando sul web vorrebbe che dal mese di aprile la pensione sarà corrisposta con una riduzione del 50%: non c’è nulla di vero.

Coronavirus e riduzione pensioni al 50%: si tratta di una fake news

L’ennesima fake news corre sul web gettando nel panico decine  di migliaia di pensionati timorosi di veder ridurre all’improvviso l’importo della propria pensione dal prossimo mese a causa dell’emergenza coronavirus. Ci sentiamo di tranquillizzare tutti poichè si tratta di una notizia falsa.

Riduzione pensione al 50%

Un nostro lettore ci scrive:

Non si capisce più nulla. Ho letto un messaggio dell’INPS che dice che a causa del coronavirus dal mese di aprile percepirò soltanto la metà della mia pensione e l’altra metà me la daranno soltanto ad agosto. Ma io come ci arrivo fino al prossimo mese con soli 300 euro? (non che i 600 che prendo ogni mese mi permettono di arrivarci agevolmente, figuriamoci la metà) Devo pagare l’affitto e dovrei pure mangiare. Come posso fare?

La tranquillizzo subito dicendole che non si tratta di una notizia ufficiale ma di una fake news diffusa da qualche “buontempone” che vuole solo alimentare l’allarmismo e il panico nei cittadini. Il messaggio che lei cita è falso ed è stato diffuso in modo virale sui social e sulle app di messaggistica (come Whatsapp) allo scopo di generare preoccupazione. Ma il messaggio in questione non è stato diffuso dall’INPS.

Sul sito dell’INPS non è presente, infatti, nessuna comunicazione al riguardo mentre è presente una sezione apposita in cui l’INPS comunica quali sono le disposizione che l’Istituto ha preso per adeguarsi all’emergenza coronavirus per l’apertura e il funzionamento dei suoi uffici.

Tutti i pensionati, quindi, devono stare tranquilli poichè  l’importo della pensione del mese di aprile sarà esattamente quello spettante. Prima di allarmarsi consiglio a chiunque di consultare i canali ufficiali e di non dar credito alle notizie che giungono sui gruppi Whatsapp e sulle pagine dei social network, visto che le fonti ufficiali non utilizzano questi canali per la diffusione di eventuali notizie.


Leggi anche: Bonus Natale 2020, in arrivo un cashback da 150 euro: cos’è, come funziona e come ottenerlo