Coronavirus: un controllo sul mercato mondiale solo per pochi ‘eletti’

Emergenza Coronavirus: un unico grande mercato in cui solo pochi “eletti“, quelli che controllano la finanza mondiale possono controllare con i loro giochi finanziari l’intera umanità, sempre e solo sulle spalle della gente comune.

Coronavirus: un controllo sul mercato mondiale solo per pochi ‘eletti’

Ciao  giornalista Angelina Tortora, analizzando nel mio piccolo (verificando con i canali che il web mette a disposizione, cioè informazioni libere, quelle del sistema mondiale,ecc.) quello che sta accadendo a livello mondiale attorno al coronavirus chiamato “COVID-19”, che mette a nudo le debolezze del più grande progetto  nella storia del capitalismo che mai è stato realizzato.

L’Emergenza Coronavirus: un mercato finanziario per pochi “eletti” per un controllo mondiale

Creare un unico grande mercato in cui solo pochi “eletti“, quelli che controllano la finanza mondiale possono controllare con i loro giochi finanziari l’intera umanità, sempre e solo sulle spalle della gente comune.

Un progetto megalomane, che mette a nudo le persone facendo capire le loro intenzioni.  Addirittura con la distruzione delle religioni (basta vedere le guerre in medio oriente) e con l’invasione di disperati di culture e religioni diverse, per eliminare il cristianesimo, base della cultura occidentale (e secondo alcuni analisti, soprattutto del teologo Soci e non solo, sembra che l’odierno pontefice sia stato messo lì apposta, con intrighi di palazzo). Tutto questo comincia ad avere delle contro indicazioni.

L’eliminazione dei confini dei paesi, l’eliminazione dei controlli da parte delle autorità sovrane, che fin’ ad oggi sono stati i requisiti fondamentali per garantire il benessere dei propri cittadini, con la creazione di disuguaglianze e distruzione del diritto degli stessi (ricordiamoci che la base del diritto occidentale è basato sul diritto romano), con i solo doveri, stanno dimostrando che, se non si mantengono certi cordoni “sanitari“ la teoria del mercato globale viene rovinato, come un gigante dai piedi di argilla. Quindi possiamo leggere in tutto questo che il mercato globale ha dimostrato che “il re è nudo“.

L’isteria mondiale legata al Covid-19

L’isteria mondiale, legata a questo virus, che probabilmente ha già colpito milioni di persone, ma siccome non è possibile controllare tutta la popolazione mondiale, ed è su questo che giocano sia i mainstream, che i politici senza scrupoli, a favore dei soliti “padroni“, utilizzando un termine caro alla sinistra, oggi accantonato e dimenticato, in quanto vendutasi al capitalismo sfrenato, abbandonando l’ideologia di Marx ed Engels, basato sulle comuni del cristianesimo, altro non fa che il gioco degli stessi. Insomma “loro” cadono sempre in piedi.


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Noi quando cadiamo, è difficile rialzarsi, e quando lo facciamo, avremmo sempre gli stessi che ci diranno cosa fare. È la storia, stessa lo scrive.

La filosofia di Giordano Bruno 

Se il genere umano, con la sua politica basata sulla economia reale, riuscisse a capire che è inutile cercare di correggere i difetti dei potenti, prendendo spunto dalle parole di uno dei filosofi della storia: Giordano Bruno (già allora era presente lo stesso metro di misura), diceva: “chiedere al potere di riformare il potere è un’ingenuità”. Quindi sulla base di tutto quello che stiamo vivendo, dobbiamo smettere di fare favori alla grande finanza e continuare sulla strada della economia reale.

Wallstreet continua a fare affari

Un appunto. Nessuno sa che nonostante Obama, prima e Trump oggi, Wallstreet, continua a fare affari, alla faccia del coronavirus, e questo perchè? La risposta è che finchè la finanza ha il coltello dalla parte del manico, ogni crisi che si presenterà va a loro favore. Non per niente si guadagna di più in un momento di crisi, e lo studio in economia, togliendo dalla economia reale la moneta che serve a loro per fare altri soldi. Semplice. Quindi l’economia, non la si deve confondere con la finanza, che è solo speculativa.

Leggi anche: Coronavirus: cosa sta succedendo all’Estero e le notizie false in Italia (lettera)