Costo IMU e TASI: a chi rivolgersi per il calcolo?

-
04/12/2019

Come si fa il calcolo di IMU e Tasi? Vediamo il sito delle amministrazioni comunali.

Costo IMU e TASI: a chi rivolgersi per il calcolo?

Si avvicina la data della scadenza per il pagamento di IMU e TASI, fissata per il saldo al 16 dicembre, e sono molti i lettori che ci scrivono per capire se devono effettuare il pagamento, se le imposte sono dovute per la prima casa e per chiedere a chi rivolgersi per sapere l’importo da pagare. Cerchiamo, quindi, di chiarire qualche dubbio.

IMU e TASI: chi fa il calcolo?

Un nostro lettore ci chiede:

Prima ed unica casa: IMU non si paga vero? E la TASI? A chi va pagata? Chi mi dice quanto devo pagare? Mille grazie.

La normativa dell’IMU prevede che la tassa non vada pagata per la prima casa a meno che non si tratti di un’abitazione che rientri nelle categorie catastali A/1 (abitazioni di lusso), A/8 (ville) o A/9 (castelli e palazzi).

Neanche la TASI interessa i proprietari di prima casa (ad eccezione delle categorie riportate sopra) se la stessa è adibita ad abitazione principale del nucleo familiare. L’esenzione riguarda anche la pertinenza dell’abitazione principale.

Per farsi fare il calco del dovuto per IMU e Tasi (se non si rientra nelle esenzioni prima casa) ci si può rivolgere ad un patronato o ad un professionista abilitato che provvederà non solo al calcolo delle imposte ma anche alla stampa dell’F24 da pagare.


Leggi anche: Bonus autonomi da 1000 euro nel 2021: requisiti delle nuove indennità del decreto Ristori 5

Se si vuole provare in autonomia a procedere con il calcolo è possibile farlo tramite il sito delle amministrazioni comunali che mette a disposizione un comodissimo strumento di calcolo nel quale mettere Comune, rendita catastale dell’Immobile e a che titolo è detenuto, per quale percentuale e per quanti giorni l’anno. Anche in questo caso il sistema fornirà un F24 che sarà possibile stampare e pagare.