Crisi tra Salvini e Di Maio, il M5S pone 4 domande alla Lega. Salvini come Renzi e Berlusconi

Di Maio accusa Salvini, uguale a Renzi e Berlusconi. Il M5S pone 4 domande alla Lega sul caso Siri, le ultime indagine proverebbero contatti con Cosa Nostra.

Il caso Siri mette a dura prova l’accordo fra Salvini e Di Maio, i partiti sono allo scontro. Adesso il M5S sul suo Blog pubblica 4 domande alla Lega. Le domande servirebbero a dare spiegazioni sul caso Siri, il sottosegretario legista indagato per corruzione. Dura la posizione Di Maio sul caso Siri, ribadisce che quando un politico viene accusato per corruzione deve dimettersi. Poi si potrà difendere, ma lontano dalla carica politica. Difendersi è un diritto di tutti i cittadini. La carica politica non ammette corruzione, la politica deve dare esempio. Il legista Siri è appoggiato dal suo partito e non fa passi indietro. Di Maio accusa Salvini di usare la stessa tattica di Renzi e Berlusconi.

Salvini, la Lega vince e convince in Italia, non ci sono Comuni serie A o B

Caso Siri: contatti con Cosa Nostra

Il caso Siri diventa sempre più fitto, molte le contraddizioni le ultime scoperte hanno condotto a relazioni di Arata con Nicastri, si suppone abbia avuto contatti con Cosa Nostra, è quanto emerge dalle inchieste.

Il Blog 5 Stelle non ci sta è chiede chiarimenti, ponendo 4 domande ben precise alla Lega, si legge sul blog:  “Di fronte alle contraddizioni espresse dal sottosegretario Siri e alla luce delle relazioni di Arata con Nicastri (ritenuto vicino a Cosa Nostra, così come emerge dalle carte dell’inchiesta) riteniamo che un chiarimento sia necessario e non più rimandabile”.

Le 4 domande che il M5s ha posto alla Lega

Questi sono fatti e circostanze che ci spingono a fare quattro domande alla Lega:
1. Quali sono i reali rapporti tra Siri, la Lega e Paolo Arata (l’ex parlamentare di Forza Italia, adesso responsabile del programma della Lega per l’ambiente che, secondo l’accusa, sarebbe vicino a Vito Nicastri, imprenditore indicato dai magistrati come “finanziatore” della latitanza del boss Matteo Messina Denaro)?
2. Perché il sottosegretario Siri ha presentato più volte delle proposte, sempre bloccate e rispedite al mittente dal Movimento 5 Stelle, per incentivare l’eolico (materie oggetto di interesse proprio di Paolo Arata)? Per quale fine?
3. Perchè Siri si è contraddetto, cambiando versione più volte (quando è uscita la notizia dell’indagine per corruzione ha detto: “Non mi sono mai occupato di eolico in vita mia“. Poi ha ammesso di aver presentato una proposta di modifica alla legge sugli incentivi: “Me l’ha chiesto una filiera di piccoli produttori”. Infine, al Corriere, ha dichiarato: “Arata mi ha fatto una testa così e gli ho detto ‘va bene, mandamelo’ ”)?
4. Il figlio di Arata è stato assunto da Giorgetti presso il Dipartimento programmazione economica. Giorgetti sapeva che era figlio di Arata e dei rapporti del padre con Nicastri?

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”