Decreto Cura Italia: laurea in medicina abilitante, risposta immediata all’emergenza

-
17/03/2020

Da oggi la laurea in medicina è abilitante alla professione medica. Questo è stato stabilito dal nuovo decreto Cura Italia.

Decreto Cura Italia: laurea in medicina abilitante, risposta immediata all’emergenza

Da oggi la laurea in medicina è abilitante alla professione medica. Questo è stato stabilito dal nuovo decreto Cura Italia. Infatti, rendere la laurea in medicina abilitante vuole dire “liberare da subito 10mila medici che potranno essere impiegati subito nei servizi territoriali, nelle sostituzioni di medici di medicina generale e nelle residenze sanitarie per anziani”, come spiega il ministro dell’Università Gaetano Manfredi.

Decreto Cura Italia e laurea in medicina abilitante: arrivano diecimila medici per l’emergenza coronavirus

L’emergenza sanitaria Coronavirus da subito ha portato alla luce la difficile situazione della sanità italiana. Infatti, negli ultimi anni l’attenzione sulla mancanza di personale sanitario, soprattutto medici, era evidente. Con l’avvento del coronavirus  il problema della carenza del personale sanitario è aumentato. Questo perché la laurea in medicina prevede, prima della possibilità di esercitare la professione medica, un esame di stato. In tempi non sospetti, il ministro dell’Università e della ricerca scientifica, Gaetano Manfredi, aveva proposto un cambiamento nel percorso di studi per rendere abilitante la laurea in medicina, così come lo è quella in infermieristica. Ora la  laurea abilitante alla professione medica è diventata realtà, grazie al  decreto Cura Italia. Secondo il ministro “rendere la laurea in medicina abilitante significa liberare immediatamente sul Sistema sanitario nazionale l’energia di circa diecimila medici fondamentale per far fronte alla carenza che lamentava il nostro Paese”. 


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Leggi anche: Decreto Cura Italia contro Covid-19: novità per imprese e famiglie, è ufficiale