Detrazioni spese funebri 2020: ecco come nel 730

-
22/04/2020

Spese servizi onoranze funebri, detrazioni fiscali al 19% nella dichiarazione dei redditi 730 e Unico? Si può ripartire la quota pagata tra più soggetti?

Detrazioni spese funebri 2020: ecco come nel 730

Nell’elenco delle detrazioni fiscali 2020 è presente la voce spese funebri, quindi, è possibile portare in detrazione nel modello 730 i costi sostenuti per le onoranze funebri. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che si può portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi una spesa detraibile fino a un massimo di 1.550 euro. Decade il vincolo di parentale tra chi versa le spese per le onoranze funebre e il defunto. Di conseguenza, tale soglia resta immutata anche nel caso che siano più persone a sostenere i costi del funerale. In quest’ultimo caso il contribuente dovrà riportare nel riquadro riferito a “Quota sostenuta” la quota di spesa retta. Mentre, nel campo “Importo complessivo” dovrà indicare il totale complessivo inerente le spese funebri.

Detrazioni fiscali 2020: le spese tracciabili nel modello 730/2020

Con la Legge di Bilancio 2020 a far data dal 1° gennaio 2020 le spese detraibili devono essere pagate attraverso i mezzi tracciabili di pagamento (carte, bancomat, bonifico ecc.). In sostanza, le detrazioni fiscali sulle onoranze funebri prevedono l’applicazione di uno sgravio fiscale del 19%. Calcolato sui costi dovute per i servizi inerenti le spese funebri versati attraverso i pagamenti tracciabili, esclusa la possibilità di portare in detrazioni spese versate in contanti. Rammentiamo che la proroga della tracciabilità dei pagamenti al 1° aprile 2020 non è presente nel decreto Milleproroghe.

Detrazioni fiscali 2020: le spese funebri

La soglia massima di spesa detraibile per le onerane funebri è pari a 1.550 euro. Il computo della quota da portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi è il seguente, quale:


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti

  • su 1.550 euro (limite massimo consentito) si applica la detrazione Irpef del 19%, che corrisponde a un ammontare di 294,5 euro. Quest’ultimo dato rappresenta la quota da portare in detrazione nella dichiarazione.
  • in presenza di più persone che sostengono i costi dei servizi funebri, quest’ultimo importo, ossia 294,5 dovrà essere ripartito per ciascun contribuente.

La fattura intestata a un solo soggetto più persone che pagano: come si possono suddividere le quote?

Nel caso in cui l’agenzia funebre emetta fattura riportante l’indicazione di un solo soggetto, ma a pagare il costo del funerale contribuiscono più di una persona. Sulla fattura va sottoscritta un’annotazione, nella quale venga indicato che l’importo totale della fattura è stata pagato da più persone attraverso i mezzi tracciabili, ossia ognuno paga la propria quota con bancomat, carte di credito, e così via. Solo in questa ipotesi ogni soggetto potrà portare in detrazione nella dichiarazione la spesa del servizio funebre.

Nella dichiarazione dei redditi 2020, modello 730 o Unico, vanno portate in detrazione le spese dei servizi funebri inerente all’anno d’imposta 2019.