Detrazioni spese interventi chirurgici modello 730/2018: ecco come fare

-
19/05/2018

Le spese per interventi chirurgici sono detraibili nel Modello 730/2018: vediamo come

Detrazioni spese interventi chirurgici modello 730/2018: ecco come fare

Le spese per interventi chirurgici possono essere detraibili se sono necessarie per il recupero della normalità fisica e funzionale della persona. Gli interventi chirurgici che possono essere detratti sono quelli per porre rimedio a inestetismi provocati da situazioni congenite o ad eventi che possono provocare disagi psico-fisici della persona. Spese per la ricostruzione del seno per donne con malattie tumorali o la ricostruzione di parti del corpo deturpate in seguito ad un incidente, sono detraibili. Invece un intervento di natura puramente estetico non è detraibile.

Quali spese si possono dedurre nel Modello 730/2018

Le spese detraibili sono anche quelli inerenti a piccoli interventi chirurgici, eseguiti in day hostipal.

Sono detraibili le spese che sono inerenti all’intervento chirurgico come ad esempio: l’anestesia e l’acquisto del plasma sanguigno o del sangue necessario per l’operazione. Le spese che riguardano l’intervento chirurgico sono tutte detraibili, anche se vengono documentate da più fatture, a condizione che dalle fatture si evince che le spese sono state sostenute per tale intervento.

Sono detraibile anche le spese indirette, cioè quelle spese sostenute ad esempio per la degenza. Queste spese sono detraibile secondo queste precisazioni:

  1. Tra le rette di degenza detraibile possiamo detrarre anche quelle per la differenza di classe
  2. Non sono detraibile le spese per i servizi aggiuntivi.


Leggi anche: Soldi depositati in banca: non sono più i tuoi, a dirlo la legge

Le spese indirette sono detraibile solo quando sono legati ad un intervento chirurgico. Le spese non legate ad un intervento chirurgico non sono detraibile come ad esempio il ricovero di un anziano in un istituto di assistenza, sono detraibile le spese per la cura ma non di degenza.

Le precisazioni dell’Agenzia dell’Entrate

L’agenzia dell’Entrate ha precisato che le spese relative ad un trapianto sono detraibile, come ad esempio il trasporto dell’organo nel luogo del trapianto. Queste spese devono essere fatturate al contribuente e non alla struttura o al medico che esegue l’intervento.

L’agenzia dell’Entrate precisa anche che le spese sostenute per un intervento di metoidioplastica, sono detraibili, invece sono escluse le spese per il trasporto in autombulanza.

Spese per interventi chirurgici: come si detraggono e in che percentuale

Le spese per essere detratte in sede di Modello 730/Redditi 2018 devono essere data entro il 31/12/2017. Quelle datate dal 1 gennaio 2018 al 31/12/2018 verranno detratte in sede del Modello 730/2019. Nel modello va riportato l’importo delle spese al lordo della franchigia di euro 129,11 e sul netto si applica il 19% che rappresenta la detrazione da sottrarre all’imposta lorda.

Il contribuente ha l’obbligo di conservare la ricevuta o la fattura rilasciata dall’ospedale inerenti alle spese per l’intervento chirurgico. Per le spese di degenza bisogna sottrarre le spese per i servizi aggiuntivi.

Leggi anche: Detrazioni spese dietologo e nutrizionista 730 /2018: ecco come fare