Detrazioni spese sanitarie: previsti tagli dal 19% al 17% e non solo, nella Legge di Bilancio 2019

Il Governo con la legge di Bilancio 2019, sta pensando di ridurre le agevolazioni fiscali legate al settore della sanità. In questo articolo informeremo quali bonus potrebbero ridurre o addirittura abolire.

Detrazioni spese sanitarie: agevolazioni fiscali dal 2019 tagli in vista

È dall’estate che si parla di tagli alle detrazioni fiscali per trovare fondi e finanziare la legge di Bilancio 2019, considerando di lasciar fuori le agevolazioni intoccabili come quelle per le spese mediche e di assistenza sanitaria.

Ma, oggi, invece sembra che si stia pensando di inserire nella legge di Bilancio 2019 anche un taglio delle detrazioni Irpef considerate socialmente sensibili cole le spese mediche e assistenziali. Ciò si evince dopo l’approvazione della nota di aggiornamento del DEF del 25 settembre scorso.

Il Governo sta cercando di reperire i fondi per finanziare la legge di Bilancio 2019, servono ben 13 miliardi di euro a fronte di quelli considerati nelle previsione del Ministro dell’Economia Tria.

Spese sanitarie: tagli alle detrazioni fiscali dal 2019

Quindi tra le varie detrazioni a rischio vi sono anche le spese sanitarie e spese di assistenza medica, queste potranno subire tagli dal 2019.

Il governo sta prevedendo una riformulazione dei bonus e degli sconti nella direzione di ridurre o addirittura abolire le agevolazioni fiscali, includendo anche quelle agevolazioni ritenute intoccabili. Per questo non dobbiamo stupirci se tali riduzioni riguardano anche le spese sanitarie e quelle che riguardano i costi di assistenza medico-specialistica. Molto probabilmente dal 1° gennaio 2019 vengano totalmente abolite le agevolazioni sulle spese funerarie e veterinarie.

Tra le 610 agevolazioni fiscali vigenti sono arrischio anche altre oltre a quelle sanitarie, come ad esempio le detrazioni sulle spese universitarie e sugli interessi sul mutuo della prima casa.

Diamo qualche dato, anche se ipotetico, si sta pensando di ridurre l’agevolazione sulle spese mediche dal percentuale del 19% al 17%, inoltre tra le ipotesi c’è anche quella di aumentare la franchigia che oggi è stabilita a 129 euro.

Spese sanitarie

Legge di Bilancio 2019: recuperare 40 miliardi per finanziare le misure

Fino a poco fa il Ministro dell’Economia Tria aveva considerato 30 miliardi di euro attuare tutte le misure previste dal Governo Lega M5S nella prossima Legge di Bilancio 2019. Ma, lo stesso Tria aveva, anche, dichiarato che per poter mantenere le promesse bisognava sforare il tetto del deficit al 3%. L’approvazione della nota di aggiornamento al Def ha fissato il deficit al 2,4%. Il Governo, quindi, avrebbe fondi fino a 27 miliardi di euro per finanziare le principali novità che si intende approvare con la Legge di Bilancio 2019.

Bisogna reperire i restanti 3 miliardi, che il Governo prevede di recuperarli con la riformulazione delle agevolazioni fiscali. Facciamo inoltre presente che c’è un altro problema, quello che per finanziare tutte le misure promesse che la Maggioranza di governo intende inserire nella legge di Bilancio 2019 servirebbero ben 40 miliardi di euro, che nelle casse dello Stato non ci sono.

Concludiamo, che per avere certezze su quali saranno i tagli delle agevolazioni fiscali dobbiamo attendere l’approvazione della Legge di Bilancio 2019 che avverrà alla fine del 2018.

Detrazioni a rischio per mutui e spese mediche, nella legge di Bilancio 2019

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.