Dichiarazione di successione e dubbi sulla modalità di presentazione

-
26/07/2019

Quali sono le possibili ripercussioni se a presentare dichiarazione di successione è un legittimario con demenza senile?

Dichiarazione di successione e dubbi sulla modalità di presentazione

La dichiarazione di successione è un adempimento che gli eredi devono presentare entro 12 mesi dalla morte del de cuius. La dichiarazione di successione deve essere presentata o da uno qualsiasi dei legittimari o tramite un intermediario. Cosa successe se a presentare la dichiarazione, che dal 31 dicembre 2018 può essere presentata solo per via telematica, è un legittimario con riconosciuta demenza senile?

Dichiarazione di successione e dubbi

Una nostra lettriche ci chiede:

Gentile Redazione,

vorrei, cortesemente, avere la Vs. risposta in merito al seguente caso.
Nella nostra famiglia siamo tre fratelli, uno dei quali è  rimasto a vivere nella stessa città dei nostri genitori, mentre gli altri due si sono trasferiti (dall’età di 16 e 18 anni) in altre città per motivi di lavoro.
Alla morte di nostro padre (proprietario di alcuni beni immobili) è  stata presentata denuncia di successione da nostra madre. 
Fin qui tutto normale se non fosse che, nostra madre, ha avuto  da diversi anni il riconoscimento dalla USL di demenza senile al 100%.
In virtù di tale condizione percepisce, dall’INPS, una pensione di invalidità. 
Nostro fratello, rimasto nella stessa città,  afferma di non essere il suo tutore legale e di non esserci nessuna persona che ricopre tale ruolo.
Tuttavia, nostro fratello,  usufruisce dei vari permessi e altre condizioni a sostegno offerte dalla legge 104
 
Le mie domande sono queste:
– poteva nostra madre, nella sua condizione, sottoscrivere la denuncia di successione ?
– avendolo già fatto, quali sono le possibili ripercussioni che dobbiamo attenderci anche noi coeredi nominati in tale denuncia?
 

Dichiarazione di successione, cosa dice la normativa?

I diritti successori che la legge riserva ai legittimari , cioè al coniuge, ai genitori e ai figli del defunto, vengono riconosciuti in virtù del particolare rapporto che lega il defunto a determinati parenti.

I legittimari sono il coniuge, i figli e, in mancanza di figli, i genitori del defunto.

Sua madre, mi scrive, con riconosciuta legge 104 per demenza senile, ha presentata dichiarazione di successione. Io penso che lo abbia fatto assistita da un intermediario, vista la condizione, e non in autonomia per via telematica.

La condizione di demenza senile, infatti, non inibisce la possibilità di presentare dichiarazione di successione che può essere presentata da uno qualsiasi dei legittimari e poteva, quindi, essere presentata da sua madre o da uno qualsiasi dei figli del de cuius e valida per tutti gli altri. Non dovete, quindi, attendervi alcuna ripercussione dal fatto che la dichiarazione sia stata presentata da sua madre.

Leggi anche per approfondire: Testamento olografo non impugnabile, ecco come fare e Testamento olografo: di quale quota di patrimonio si può disporre?