Dichiarazione ISEE: l’assegno per il mantenimento del figlio rientra?

-
23/01/2020

L’assegno di mantenimento ai figli, stabilito da una sentenza del giudice va dichiarato ai fini Isee? Vediamo cosa dice la legge.

Dichiarazione ISEE: l’assegno per il mantenimento del figlio rientra?

L’Isee è indicatore della situazione economica equivalente e serve a misurare la condizione dell’economia delle famiglie italiane anche per avere accesso a prestazioni ed agevolazioni. L’indicatore ISEE tiene conto di diversi fattori, della composizione del nucleo familiare ma anche del patrimonio e del reddito. Vediamo se in esso si deve tener conto anche di eventuali assegni di mantenimento ricevuti per i figli dopo la separazione.

Isee e assegno di mantenimento

Buongiorno, volevo chiedervi se ai fini ISEE va dichiarato da chi lo percepisce l’assegno di mantenimento dei figli in caso di separazione con sentenza. grazie

A rispondere alla sua domanda è il DPM 159 del 2013 che all’articolo 4, comma 3, lettera 3 afferma che gli assegni di mantenimento percepiti per i figli devono essere dichiarati. Il genitore che li versa, infatti, può sottrarli dal proprio reddito nell’Isee e di conseguenza, il nucleo familiare in cui il figlio che li percepisce  appartiene se li deve imputare come reddito. I due nuclei familiari, quindi, per evitare discrepanze devono dichiarare la stessa somma in entrata ed in uscita.

Questo in caso esista una sentenza di separazione che imputi ad uno dei due genitori di pagare l’assegno di mantenimento dei figli. Se la sentenza non esiste, invece, il genitore che eroga può evitare di dichiarare il detrazione sull’Isee le somme che versa ai figli e di conseguenza, il genitore che le riceve può non dichiararla come componente reddituale. Importante che le due DSU sano coerenti nelle somme.


Leggi anche: Contact center INPS: numero verde dall’Italia e dall’estero

Nel vostro caso, quindi, essendoci una sentenza del giudice che stabilisce l’importo dell’assegno di mantenimento ai figli, quest’ultimo deve essere riportato ai fini Isee, visto che comunque si tratta di reddito del nucleo familiare documentato.