Dichiarazione IVA 2019, utimi giorni per registrare le fatture in ritardo

Ultimi giorni per registrare le fatture in ritardo ricevute nel 2019 relative al 2018 per la dichiarazione IVA 2019.

Fatture in ritardo da inserire nella dichiarazione IVA, lunedì ultimo giorno per procedere al versamento del saldo della dichiarazione IVA 2019, per l’anno 2018, in scadenza al 18.03.2019 (lunedì), molti contribuenti devono affrontare il problema del trattamento delle fatture di acquisto arrivate in ritardo.

Fatture passive 2018 ricevute nel 2019

Più in particolare, per le per le fatture passive 2018, ricevute nel 2019, la detrazione è possibile a partire
dalla liquidazione periodica relativa al mese di ricezione (2019).

Per le fatture passive 2017 o 2018, ricevute nel 2018, ma non registrate nello stesso anno, è possibile
effettuare la registrazione nel 2019 in un apposito sezionale del registro IVA acquisti, al fine di detrarre
la relativa imposta dal saldo iva 2018, nell’ambito della dichiarazione annuale iva il cui invio scade il
30.04.2019 (circ. 1/E/2018).

Dichiarazione IVA 2019 relativa al 2018

Si segnala, inoltre, che, nei righi VF1 e VF13 della dichiarazione IVA 2019, relativa al 2018, (circ.
17.01.2018, n. 1/E, par 1.2; Assonime 19.04.2018, n. 9) è ancora possibile detrarre l’IVA delle fatture
passive 2016, anche se ricevute successivamente a tale data in quanto, in base alla previgente
normativa, l’Iva può essere portata in detrazione con la dichiarazione relativa al secondo anno
successivo a quello in cui il diritto alla detrazione è sorto.

Come registrare le fatture 2017 pervenute nel 2018, le novità dell’Agenzia delle Entrate

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”