Dipendenti pubblici: prescrizione contributi al 1° gennaio 2019, ecco come recuperarli

I dipendenti pubblici hanno il tempo fino al 31 dicembre 2018 per regolarizzare i contributi previdenziali accreditati presso l’ex Inpdap. Ecco la procedura da eseguire

I dipendenti pubblici hanno il tempo fino al 31 dicembre 2018 per regolarizzare i contributi previdenziali accreditati presso l’ex Inpdap, in quanto dal 1° gennaio 2019 cadranno in prescrizione.

Inpdap: che cos’è?

L’INPDAP, Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica, era nato con la legge 24 dicembre 1993, n. 537, dal d.lgs. 30 giugno 1994, n. 479. Esso si occupava di previdenza e altri servizi riservati ai dipendenti del settore pubblico. Poi con il decreto legge del 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con la legge 24 dicembre 2011, n. 214 ne ha disposto la soppressione dell’INPDAP trasferendo all’INPS le relative funzioni. Ciò dovuto dal così Decreto Salva Italia del governo Monti, per dare il via ad un processo di riorganizzazione del sistema previdenziale italiano, con lo scopo di ridurre la spesa pubblica.

Quindi dal 1° gennaio 2012, quindi l’INPDAP non esiste più, quindi, quando si parla di INPDAP ci si riferisce alla Gestione ex INPDAP dell’INPS, chiamata anche INPS Gestione Dipendenti Pubblici.

L’INPS è subentrato, quindi, in tutte le attività dell’INPDAP, garantendo tutti i servizi che operava l’Inpdap nei confronti dei dipendenti pubblici. Anche al riguardo dei fondi previdenziali che sono stati tutti trasferiti all’Inps. Ma è possibile che durante questo passaggio, alcuni contributi previdenziali siano andati persi.

Facciamo presente che I contributi previdenziali cadono in prescrizione dopo 5 anni, quindi sarebbero dovuti andare in prescrizione il 31 Dicembre 2017, ma sono stati prorogati fino al 31 dicembre 2018 quindi la prescrizione sarà il 1° gennaio 2019. Ciò è stato fatto presente anche da una circolare dell’Inps n. 169/2017.

In un’altra circolare del 13 agosto 2018, l’Inps ha chiarito che comunque per i dipendenti pubblici con ci sono possibilità che i contributi possono cadere in prescrizione. In quanto, sarà l’amministrazione di riferimento che, non potendo più regolarizzare i versamenti mancanti, dovrà farsi carico dell’onere del trattamento di quiescenza riferito ai periodi di servizio non accreditati.

Contributi dipendenti pubblici: come fare per recuperare

contributi inpdap

Come abbiamo già detto, i contributi dei dipendenti pubblici non potranno andare in prescrizione e quindi non possono essere persi, comunque vediamo quale è la procedura da eseguire sul sito dell’Inps per poterli recuperare:

  • Accedere, tramite il proprio codice fiscale e pin o con l’identità SPID al sito INPS nell’area “La mia pensione”;
  • Entrare nella sezione “Fascicolo previdenziale del cittadino”-> “Posizione assicurativa” dove si può visualizzare il proprio estratto conto contributivo;
  • Analizzare se ci sono anomalie, come periodi mancanti di contributi versati sul fondo Inps nel periodo antecedente il 2012. Anomalie dovute proprio al passaggio dall’Inpdap all’Inps.
  • Nel caso si sia in presenza di tale situazione, bisogna segnalare l’errore all’INPS, attivando una richiesta di variazione e integrazione della posizione assicurativa in cui si dovrà indicare i periodi mancanti e allegare, qualora fosse possibile, la documentazione necessaria a sostegno la propria tesi;
  • La richiesta di integrazione va inoltrata tramite la funzionalità “richieste di variazione alla posizione assicurativa RVPA”, osi può utilizzare il servizio contact center telefonando al numero INPS 803 164 avendo sempre in possesso del PIN.

Contributi figurativi: cosa sono e come influiscono sulla pensione

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.