Domanda di pensione nella pubblica amministrazione: quando si presenta?

-
21/11/2019

Quando è meglio presentare domanda di pensione per avere liquidazione della stessa alla sua decorrenza?

Domanda di pensione nella pubblica amministrazione: quando si presenta?

L’accettazione della domanda di pensione da parte dell’INPS, negli ultimi anni, è diventata molto più legata alla burocrazia e all’attesa e i tempi di liquidazione del trattamento pensionistico si sono allungati notevolmente. Molti sono, infatti, i lettori che pur essendo in pensione non hanno ancora ricevuto il primo assegno previdenziale. Questo perchè è importante presentare domanda di pensione con il dovuto anticipo.

Domanda di pensione quando?

Un nostro lettore, dipendente statale, ci chiede:

Buona  sera..Ho 66 anni e 10 mesi a fine mese.. Uomo…con 22(anni) circa contributi italiani e 11 e 6 mesi tedeschi , x lavoro in Germania , di cui sono già da qualche mese pensionato..lavoro attualmente nella pubblica amministrazione. Devo fare domanda di pensione se si quando?  Grazie

Il suo pensionamento avverrà con la prestazione di vecchiaia al compimento dei 67 anni.  La decorrenza della sua pensione dovrebbe, quindi, essere fissata dal 1 febbraio. L’INPS, però come abbiamo anticipato nell’introduzione, ha dei tempi piuttosto lunghi per lavorare la pratica previdenziale e mentre prima impiegava 1 o 2 mesi al massimo, oggi  i tempi si sono allungati.

Per i dipendenti privati la domanda di pensione viene accettata circa 4/6 mesi dopo la presentazione della domanda, per i dipendenti pubblici, invece, si può arrivare fino ad 8 mesi di attesa.


Leggi anche: Pace fiscale 2021, il governo punta al decreto Sostegno: dalla proroga della rottamazione ter al saldo e stralcio, fino alla cancellazione dei debiti da 5mila euro

Per questo motivo è bene presentare domanda di pensionamento anche con 6 mesi di anticipo rispetto alla decorrenza del trattamento. Le consiglio, quindi, di presentare domanda di pensione quanto prima poichè rischia di arrivare al 1 febbraio senza aver ricevuto risposta alla sua domanda di pensione e trovarsi, di conseguenza, dal 1 febbraio senza stipendio e senza pensione. Ovviamente l’assegno pensionistico spetta in ogni caso dal 1 giorno del mese successivo a quello in cui si sono raggiunti i requisiti di pensionamento (sempre che si sia presentata domanda), e anche se la liquidazione avverrà qualche mese dopo saranno corrisposti i dovuti arretrati.