Domanda di pensione quota 100: quanto tempo prima va presentata?

-
03/03/2020

Da quale data è possibile presentare domanda di pensione con la quota 100 tenendo presenti anche le finestre di attesa per le decorrenza del trattamento pensionistico?

Domanda di pensione quota 100: quanto tempo prima va presentata?

Il dubbio di chiunque si avvicina al momento del pensionamento è quanto tempo prima bisogna presentare la domanda per poter ricevere la pensione entro la sua decorrenza e non trovarsi, di conseguenza, per dei mesi a non percepire nè stipendio nè pensione. Cerchiamo di capire quali sono i tempi giusti per la presentazione della domanda.

Domanda di pensione quando?

Un nostro lettore ci scrive:

Buongiorno , il 7.7.2020 maturero’ il requisito anagrafico per l’accesso alla pensione anticipata quota 100 , il requisito contributivo e’ gia’ stato certificato da ecocert ed e’ pari a 41 anni e 3 mesi di contributi.

Da quale data , posso presentare la domanda di pensionamento  ?

Grazie e buona giornata

Da prendere in considerazione che la decorrenza del trattamento pensionistico scatta dopo 3 mesi dal raggiungimento dei requisiti per i dipendenti del settore privato e dopo 6 mesi per quelli del pubblico impiego.

Raggiungendo lei il requisito anagrafico il 7 luglio 2020, la decorrenza della pensione le spetta:

dal 1 novembre 2020 se è un dipendente del settore privato

dal 1 febbraio 2021 se è un dipendente della pubblica amministrazione.

Considerando, ancora, che le domande di pensionamento con la quota 100 hanno una corsia preferenziale di gestione e impiegano, per essere accettate circa 2/3 mesi, potrebbe presentare domanda di pensione con quota 100 anche al compimento dei requisito anagrafico ricordandosi al tempo stesso di presentare anche le dimissioni presso il suo datore di lavoro tenendo presente anche il periodo di preavviso obbligatorio da rispettare (e ricordando che per la pubblica amministrazione il preavviso obbligatorio per chi accede a quota 100 è di 6 mesi).