Emergenza Coronavirus: aboliti i controlli dal Fisco

-
12/03/2020

Sospesi i controlli delle forze gialle, la Guardia di Finanza blocca il Corpo di polizia per preservare il benessere di quella parte di “economia sana”. Pervade il presidio contenitivo dell’epidemia da Covid-19.

Emergenza Coronavirus: aboliti i controlli dal Fisco

L’epidamia Covid-19 blocca i controlli del Fisco. La Guardia di Finanza interrompe le verifiche fiscali per preservare il benessere di quella parte di “economia sana”.  Vista l’emergenza attiva da Coronavirus, la Guardia di Finanza ha sospeso il Corpo di polizia dall’eseguire i controlli fiscali sulle attività lavorative, e non solo. Pervade, quindi, il presidio contenitivo dell’epidemia da Coronavirus anche con il supporto delle fiamme gialle. Fermi, quindi, i controlli fino a nuovo avviso, tutto per salvaguardare la salute dei cittadini e dei militari.

La pandemia da Coronavirus ferma le fiamme gialle

Una decisione arrivata al fine di preservare la salute del Corpo di polizia delle Fiamme Gialle e, di sollevare le aziende dal peso dei controlli fiscali. Un atto dovuto, considerato che le aziende sono stremate, ridotte al minimo dalla pandemia da Covid-19 e dai decreti sempre più restrittivi.

La Guardia di Finanza, opera un fermo sulle verifiche fiscali, spostando i militari a coprire la funzione di vigilanza. Tutte le forze del Corpo di Polizia focalizzano il loro impegno per consolidare, sostenere e preservare quella parte di “economia sana”. Non solo, il blocco dei controlli, delle verifiche sia nel comparto fiscale che nel settore lavorativo, servirà a smorzare le difficoltà reali supportate dalle imprese, liberi professionisti e dai cittadini.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Una postilla va fatta, il blocco non riguarda i casi in cui esista un problema urgente e d’improrogabilità. Mentre, vengono fermati le ispezioni strumentali, vengono interrotti anche i controlli diretti a contrastare il riciclaggio di denaro.

La Guardia di Finanza attiva il presidio contenitivo dell’epidemia da Covid-19

La Guardia di Finanza, eserciterà a pieno ritmo il presidio del territorio, l’operato dei militari sarà accostato a quello della forza di pubblica sicurezza, allo scopo di reprimere e contenere la propagazione del Coronavirus.

Sospesi, in via momentanea i controlli eseguiti dalle fiamme gialle in tema fiscale. Fermi anche le verifiche nel comparto lavoro. Un blocco che non investe i controlli di contenenti caratteri urgenti e improrogabili. Si tratta di una sospensione di carattere strettamente limitata al periodo attuale e solo, fino al momento in cui il Governo dichiari la fine dello stato di emergenza. Questo allo scopo di debellare l’epidemia con l’unione di tutte le forze in campo e dei cittadini.