Energia e mercato libero: si potrebbe risparmiare di più, invece in media si spende di più

-
17/12/2019

Mercato libero luce e gas, cosa cambia per gli utenti.

Energia e mercato libero: si potrebbe risparmiare di più, invece in media si spende di più

Chi passa al mercato libero dell’elettricità può risparmiare fino al 10%, in particolare quando si sfruttano le offerte online. Colpa delle offerte poco chiare e “tutto compreso” questa possibilità non viene recepita e si trova a pagare di più. I dati che emergono dal Monitoraggio del mercato retail 2018, ci portano a conoscenza che salta il rinvio della fine della maggiore tutela.

Vediamo quante famiglie sono passate al mercato libero e quanto si risparmia: cosa cambia

I dati ad oggi ci dicono che nel campo dell’elettricità circa 14 milioni della popolazione ad uso familiare ha scelto il mercato libero, e invece 4 milioni riguardano le piccole imprese, per il gas ad uso domestico nel 2018 sono passati sul libero il 50% delle famiglie.

Con la nuova manovra , dal primo luglio, tutti quelli che oggi hanno usufruito della tariffa base per ogni trimestre, faranno delle valutazioni in base ai concorrenti per quanto riguarda gas e luce. Ci sono ben 6 mesi per decidere di chi fidarsi, anche se non si esclude in questo periodo delle marce indietro e dei cambiamenti da parte del Governo.

Oggi purtroppo causa della poca consapevolezza dei consumatori, chi ha deciso di passare al mercato libero paga di più rispetto a chi è rimasto con la maggior tutela. Le società operanti in questo settore sono comunque in crescita sia nel comparto elettrico che in quello del gas.


Leggi anche: Imu seconda rata: scadenza del 16/12, esenzioni e riduzioni

Il motivo probabile per i consumatori per il quale preferiscono a rimanere con la concorrenza, potrebbe essere che preferiscono affidarsi alle tariffe a costi fissi e non a quelle che possono variare nel tempo. Il problema è che per gli sfortunati consumatori domestici che hanno deciso di cambiare e hanno fatto un contratto con il mercato libero, ad oggi pagano di più, nonostante ci siano comunque delle offerte sia a tariffa fissa che variabile a prezzi vantaggiosi.

Bollette pazze: chi sbaglia paga, un risarcimento minimo di 100 euro, le novità